Prima pagina

Mangia 2015 ad Andrea Causarano: “Grazie di cuore a tutti. Tiferò sempre Robur, è la mia squadra

È stato consegnato al Teatro dei Rozzi, su proposta della Contrada della Selva, il Premio Mangia 2015 al responsabile sanitario della Juventus Andrea Causarano. Il sindaco Bruno Valentini, come deciso dalla commissione del Concistoro, ha donato il premio “per la sua prestigiosa carriera professionale, competenza e fama nel campo della medicina sportiva”. “Ricevere questo premio per me è stata un’emozione incredibile – afferma Causarano -. Io dedico questo momento alla mia famiglia, alla Performance, alle persone a me vicine. Sono rimasto legato alla mia contrada e alla Robur che continuo a seguire da tifoso”. Una storia, quella di Andrea Causarano legata da sempre a quella della Associazione Calcio Siena, quando nel 1994 fu nominato responsabile sanitario della Robur. Anni importanti che lo hanno fatto crescere professionalmente, come quando, nel 2008, ha dotato all’Ac Siena una sofisticata apparecchiatura in grado di monitorare le condizioni fisiche dei calciatori. Dopo l’impegno ultra ventennale nell’associazione Calcio Siena, che ha accompagnato dai campi di provincia fino al prestigioso palcoscenico della serie A; così come la Mens Sana Basket: dalla serie A2 alle Final Four di Eurolega, dal 2014 è arrivato alla Juventus, conquistando Scudetto e Coppa Italia. La sua fama di medico sportivo in questi anni è cresciuta e nel suo studio passano non solo calciatori, ma anche campioni dell’atletica leggera come Vénuste Niyongabo (medaglia d’oro alle olimpiadi del 1996), della pallavolo come l’italo cubana Taismary Aguero, dell’ippica come il top jockey Salvatore Sulas. Ma Andrea Causarano, oltre ad essere un protagonista nell’ambiente sportivo è anche un contradaiolo con un lungo curriculum nella Selva. È stato tamburino e nel 1997 ha vinto anche il Masgalano, è stato anche economo e aiuto mangino.

Simona Sassetti

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena