Maltrattamento e uccisione di animali, denunciato guardiacaccia
25 Set, 2015
FORESTALE_640x479

Un’operazione congiunta di Forestale e Polizia Provinciale ha portato alla denuncia di un guardiacaccia responsabile di di uccisione e maltrattamento di animali e di spargimento di esche avvelenate all’interno di un’azienda faunistico venatoria che si trova nella zona di Montalcino. Le indagini sono iniziate nel mese di marzo dopo una denuncia di avvelenamento di un cane che aveva ingerito una polpetta durante una passeggiata con il padrone lungo una strada che attraversa la riserva. Dato che non si trattava del primo caso, Forestale e Polizia Provinciale hanno fatto diversi sopralluoghi nell’azienda faunistico-venatoria, trovando alcune esche, poi risultate riempite con un potente pesticida, ed un esemplare di gazza uccisa dallo stesso veleno. Dagli accertamenti è emerso che il guardiacaccia aveva sparso esche avvelenate lungo la voliera dove vengono tenuti i fagiani prima della loro immissione nel territorio aperto, per uccidere eventuali predatori. Nei giorni scorsi, a seguito di una perquisizione eseguita su delega della Procura della Repubblica di Siena, sono state rinvenute ulteriori esche già confezionate ed il veleno, custoditi in un fondo agricolo a disposizione del guardiacaccia.