Luigi Silvestri a “La Tribù del Calcio”: “Testa al match col Prato: possiamo far bene”
14 Set, 2015
1400X1400

Ha parlato Luigi Silvestri, difensore classe 1993, ai microfoni di Alessandro Pagliai, Gennaro Groppa e Andrea Coscetti nel corso dell’appuntamento settimanale con “La Tribù del Calcio”. Si comincia con un commento sul derby fra Pistoiese e Robur Siena, terminato sul punteggio di 0-0: “È stata una gara intensa, equilibrata, ma ora la testa è tutta al prossimo match, importante, con il Prato: conosciamo la nostra avversaria, ma se giochiamo come sappiamo possiamo fare bene”. Quel è l’obiettivo minimo della stagione? “Sicuramente la salvezza, come hanno avuto già modo di dire allenatore e società. Prima ci salviamo, prima potremo affrontare il resto del campionato più serenamente”. Un commento sul primo impatto con Siena e sui compagni di reparto: “La città è fantastica, mi sto trovando veramente benissimo. Giocare con Portanova è il massimo, non ci può essere di meglio, mi sembra di conoscerlo da sempre pur essendo qui da soli due mesi”. Spazio anche ai sogni del giovane difensore: “Il mio obiettivo è fare sempre meglio e arrivare ovviamente ad una grande squadra. I miei modelli? Dico Cannavaro, Puyol e Sergio Ramos: tutti grandissimi difensori, piccoli e veloci i primi due, più possente il terzo”. Per concludere un’analisi del Campionato di Serie A: “L’Inter, nonostante la partenza a razzo, non rimane la favorita per la vittoria finale. Il giocatore che mi ha impressionato di più in questo avvio di stagione? Dico Baselli: una garanzia per il futuro”.