Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Luca Micheli: “Valorizziamo le porte monumentali della città”

Il centro storico di Siena è patrimonio Unesco dal 1995 perchè ha conservato le importanti caratteristiche della sua struttura medievale. Per questo sarebbe opportuno programmare dei progetti per valorizzare le sue porte cittadine, pur non essendo comunali. Ne è convinto il consigliere del Pd Luca Micheli, che ha presentato ieri in consiglio un’interrogazione sulla valorizzazione delle porte monumentali di Siena. Portando ad esempio Porta Ovile e Porta Pispini dove lo spazio interno è adibito a parcheggio, Micheli ha chiesto se “l’Amministrazione intenda porre fine all’uso improprio di tali beni monumentali che ne compromette il decoro e la “salute strutturale” e, a tal fine, individuare nelle aree limitrofe spazi alternativi più adeguati a ospitare zone di sosta per auto e motoveicoli”.

Il vicesindaco Corsi, che prima di rispondere ha precisato che l’Amministrazione ha provveduto nel corso delle scorse settimane a indire una gara per interventi di restauro della parte lignea di altre porte come quella di San Marco e Pispini, per un importo complessivo di circa 150 mila euro”, ha spiegato che “risulta difficile comprendere come sia pensabile che a Porta Ovile possa essere tolta l’area di sosta per i veicoli e trovare un’altra area. Un’azione che si potrebbe fare qualora ci fosse, ma dal momento che non c’è. E’, pertanto, una soluzione non percorribile così come togliere stalli alle auto rendendo la vita ancora più difficile a chi abita in quella zona, dove è forte il problema di sosta e parcheggio”. Ribandendo poi che “la risposta migliore a queste criticità sia quella di equilibrare le esigenze di mantenimento dei monumenti e quelle di chi vive lì”. Per quanto riguarda, invece, Porta Pispini, nel confermare che “è stato eseguito un taglio di alberi nell’area”, ha spiegato che il motivo di ciò è stato quello “di predisporre, anche insieme alla Nobil Contrada del Nicchio, la realizzazione di una nuova area verde più bella. Questo per temperare le esigenze di tutti mantenendo un equilibrio legato alla viabilità al quanto complesso per caratteristiche della città e i cittadini che la vivono”.

Micheli nel dichiararsi insoddisfatto “pur cercando di comprendere la risposta”, ha ribadito che “togliere da Porta Ovile i motorini non è una scelta così difficoltosa visto il numero esiguo di posti auto di fronte alla Porta e le problematiche innescate dai mezzi nell’entrare e uscire dai parcheggi. Inoltre, propongo, considerando quanto predisposto dal Pums, di allargare l’Aru di Ravacciano a Largo Sassetta e Simone Martini per aiutare i residenti della zona. Mentre per Porta Pispini si potrebbe sfruttare lo spazio della Caserma Santa Chiara che, a quanto pare, diverrà un albergo di lusso con anche un parcheggio pubblico al suo interno”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena