Palio

L’Istrice vince la quarta prova

L’ordine tra i canapi, invertito rispetto a quello di assegnazione: Lupa, Chiocciola, Drago, Aquila, Nicchio, Giraffa, Oca, Bruco, Tartuca e Istrice di rincorsa. La notizia è che Quadrivia, cavallo del Nicchio, anche se con qualche difficoltà, entra tra i canapi. Con uno scarto improvviso però, una volta dentro, fa cadere Giovanni Atzeni sul tufo e la mossa viene annullata. Intemperanze anche da parte del barbero della Lupa, Preziosa Penelope altra femmina del gruppo, che si impenna e in due occasioni batte sul canape, impegnando non poco il fantino Jonatan Bartoletti. Ottenuto più velocemente il secondo allineamento: scappano via davanti a tutti Oca, Aquila e Drago, con Gigi Bruschelli che fa scorrere forte Phatos de Ozieri per tutto il primo giro. Al primo Casato Drago e Oca girano accoppiati, poi Trecciolino richiama il cavallo e Giuseppe Zedde su Porto Alabe prende la testa. Da dietro arriva forte la Giraffa e al secondo passaggio al bandierino c’è un nuovo avvicendamento: Sarbana risponde bene alle sollecitazioni di Bellocchio e galoppa forte. All’ultimo San Martino è l’Istrice che riesce a posizionarsi davanti andando a vincere la quarta prova con Elias Mannucci detto Turbine su Smeraldo Nulese.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena