L’Immunoterapia Oncologica senese protagonista a “Unomattina”
5 Apr, 2016
micheleMaio_2016PP

L’immunoterapia oncologica dell’AOU Senese sarà protagonista all’interno del programma televisivo “Unomattina”, in onda su Rai 1, in diretta, mercoledì 6 aprile. Poco dopo le 9 il dottor Michele Maio, direttore del reparto senese e uno dei migliori specialisti del settore a livello internazionale, sarà ospite negli studi di Saxa Rubra, a Roma, per parlare delle potenzialità e delle caratteristiche del sistema immunitario e di come le nuove terapie oncologiche, molte delle quali in sperimentazione e in uso proprio a Siena, riescono ad attivare il sistema immunitario per renderlo sempre più reattivo contro i tumori.
Il reparto diretto dal dottor Maio è ormai inserito stabilmente nel circuito internazionale dei centri oncologici di elevata specializzazione nel campo dell’immunoterapia dei tumori ed è caratterizzato da una forte attività di ricerca sia clinica che pre-clinica. “Attualmente – spiega Maio – sono attive nell’Immunoterapia Oncologica di Siena oltre 40 sperimentazioni cliniche mirate a differenti tipi di tumori e per pazienti in differente stadio di malattia. Al centro afferiscono quotidianamente pazienti oncologici da tutte le regioni italiane e dall’estero: ad oggi abbiamo trattato oltre 1000 pazienti con farmaci immunoterapici”.
L’unicità e l’alta specializzazione della struttura hanno fatto convergere su Siena l’interesse dell’oncologia internazionale ed è stato infatti fondato il NIBIT – Network Italiano per la Bioterapia dei Tumori (www.nibit.org). “Si tratta di una rete cooperativa – aggiunge Maio – che riunisce circa cinquanta gruppi nazionali di ricerca clinica e pre-clinica nel settore oncologico per favorire un’interazione operativa su specifici programmi di ricerca clinica tra comunità scientifica, industria farmaceutica e biotecnologica nazionale e internazionale, ed Agenzie Regolatorie italiane ed europee. Più recentemente – conclude Maio – è nata la Fondazione NIBIT, con l’obiettivo precipuo di incentivare la ricerca clinica nell’ambito dell’immunoterapia dei tumori”.