L’Ensemble degli Intrigati si esibisce all’Università di Siena
15 Nov, 2017
Ensemble_degli_Intrigati_w

La musica contemporanea è protagonista all’Università di Siena con un originale concerto dell’Ensemble degli Intrigati. Lunedì 20 novembre 2017, alle 21.00, l’Aula Magna del Rettorato (Banchi di Sotto, 55, Siena) ospiterà il sestetto guidato dalla direzione di Luciano Garosi.

L’evento, a ingresso gratuito, è realizzato grazie alla collaborazione tra Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte che promuovono il repertorio musicale d’avanguardia in virtù di un progetto condiviso con Accademia del Maggio Musicale Fiorentino e Associazione Musicisti Aretini. L’Ensemble degli Intrigati è nato infatti nell’ambito della residenza artistica Camere Contemporanee, in corso a Montepulciano fino a dicembre 2017, per valorizzare giovani musicisti under 35 con il sostegno di Siae, tramite il bando Sillumina – copia privata per i giovani, per la cultura.

Organico specializzato nella musica contemporanea, l’Ensemble degli Intrigati è composto da Giuditta Di Gioia (flauto), Francesco Darmanin (clarinetto), Dagmar Bathmann (violoncello), Omar Cecchi (percussioni), Massimiliano Cuseri (pianoforte), Davide Vannuccini (elettronica). Dopo il debutto allo scorso 42° Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, il gruppo si è esibito ad Arezzo, in occasione dell’evento conclusivo della fuorimostra su Bill Viola.

L’Ensemble degli Intrigati lavora con eminenti personalità della cultura musicale contemporanea, quali i direttori Marco Angius e Roland Böer, il compositore Detlev Glanert, i musicisti Luciano Tristaino, Gionata Faralli, Pietro Rigacci, Francesco Dillon e Riccardo Crocilla.

Il programma musicale presentato dalla giovane formazione coglie le diverse declinazioni dei linguaggi più moderni e attuali. Il concerto si apre con il brano “Charisma” per violoncello e clarinetto dell’autore greco Iannis Xenakis; dopodiché saranno violoncello e pianoforte a dialogare per il pezzo di Salvatore Sciarrino “Melencholia I”. Di Giacinto Scelsi, altro celebre compositore novecentesco, sono invece “Ko-Lho” per flauto e clarinetto e “Riti: i funerali di Carlo Magno” per violoncello e percussioni. A seguire, il suggestivo trio di Aldo Clementi intitolato “Dedica” e poi ancora “Lei, piangente”, scritto dal giovane autore italiano Matteo Belli proprio per l’Ensemble degli Intrigati. La chiusura dell’esecuzione musicale è riservata all’interpretazione della partitura “Flos” per flauto, clarinetto, violoncello, pianoforte e percussioni, firmata da Alessandro Solbiati.

INFORMAZIONI: Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte | www.fondazionecantiere.it | T. 0578757089