Lega Nord Siena sulle ztl: “Basta beffare commercianti e cittadini”
22 Lug, 2014

L’Assessore Maggi parla di equità, dopo che la Giunta Valentini ha deciso rivisto le modalità di accesso alla ZTL.

A nostro parere l’annuncio avrebbe dovuto essere questo: “per questioni di equità (quella vera), nessuno pagherà più la sosta e l’accesso nel Centro Storico, tanto meno dovranno farlo i residenti”. Allora anche il ruolo di Assessore, cioè di rappresentante degli interessi dei Cittadini, sarebbe stato ben svolto, persino con il plauso della Lega.

Non contenti, quindi, di continuare a far pagare i residenti per lasciare l’auto sotto la propria abitazione (una gabella bruttissima, che fa sì che abitare in Centro o nelle Aru sia diventato un privilegio e non un diritto!), adesso i nostri cari amministratori PD ne hanno inventata un’altra: far pagare tutti coloro che lavorano nel Centro, come installatori, fornitori e chi più ne ha più ne metta, introducendo tariffe a dir poco esose; prosegue a pieno ritmo la politica di distruzione e annientamento di Siena, che pare essere lo sport preferito di questi signori.

Chiediamo però una cosa all’Assessore Maggi e ai suoi colleghi: pur prendendo dolorosamente atto della vostra volontà di far sparire qualsiasi barlume di economia e iniziativa privata ancora rimasto a Siena, almeno, per cortesia, risparmiateci le prese in giro. L’equità non si realizza frugando nelle tasche di tutti, ma non facendolo a nessuno. Chi non sa fare i bilanci senza spennare quelli che ogni giorno sudano quello che si guadagnano, non può occupare posti di comando, ma solo di garzone. E chi parla di “non residenti” riferendosi alle merci necessarie ai rifornimenti delle attività commerciali o a chi entra in centro per fare dei lavori nelle abitazioni dei residenti, o non sa quello che fa o mentisce sapendo di mentire.

Lega Nord Toscana
Segreteria comunale di Siena