L’Avo dona un’apparecchiatura alla pediatria di Nottola per visualizzare i vasi sanguigni dei neonati
25 Mar, 2019
foto Nottola

E’ stato donato oggi, 25 marzo, con una cerimonia nell’auditorium dell’ospedale di Nottola in Valdichiana senese, nel Comune di Montepulciano, un diafonoscopio per transilluminazione dall’Associazione Volontari Ospedalieri (Avo) al reparto di pediatria e neonatologia del Dipartimento materno infantile dell’Azienda Usl Toscana sud est, diretto dal dottor Flavio Civitelli.

“Si tratta di uno strumento significativo che permette a medici e infermieri, di visualizzare i vasi sanguigni, spesso piccolissimi, dei neonati che devono essere sottoposti a prelievi o a terapie endovenose – ha spiegato Civitelli -. In pratica è un presidio che facilita il lavoro e riduce fortemente una procedura non sempre facile su bambini così piccoli, in un reparto come quello della pediatria di Nottola che ospita in un anno circa un migliaio di bambini di cui il 50-70% sotto i primi 12 mesi di vita”.

“E’ per noi motivo di orgoglio e di soddisfazione concretizzare in donazioni utili i contributi che i cittadini destinano ad Avo – ha commentato Manuela Bartali, presidente dell’Associazione ospedalieri volontari di Siena -. E’ nostro compito sostenere, in termini sia umani che pratici, i pazienti ricoverati in ospedale con particolare riguardo alle situazioni più difficili. Per noi è importante l’umanizzazione della relazione ed essere vicini a chi ha bisogno di conforto. E’ la nostra missione”.