L’atleta cetonese Diana Bacosi ai Giochi Olimpici Europei di Baku al via da domani
11 Giu, 2015

Ci sarà anche un po’ di Cetona ai Giochi Olimpici Europei 2015, in programma a Baku, in Azerbaijan, da domani, venerdì 12 a domenica 28 giugno con il coinvolgimento di oltre 6 mila atleti e nove specialità sportive. Tra gli atleti della squadra azzurra di tiro a volo, difenderà, infatti, il tricolore anche Diana Bacosi, classe 1983, nata e residente a Cetona e impegnata nella specialità dello skeet.

Lo scorso aprile Diana Bacosi, che milita nelle file sportive dell’Esercito, ha conquistato anche il pass per le Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016, vincendo la medaglia d’oro di tiro a volo nella seconda prova di Coppa del Mondo ad Al Ain, negli Emirati Arabi Uniti. Il pass olimpico ha arricchito i successi sportivi dell’atleta cetonese, già campionessa del mondo a squadre 2013-2014 nel tiro a piattello skeet, detentrice di due medaglie d’oro conquistate nella Coppa del Mondo 2015 e con una quota olimpica 2015 che la pone al primo posto nel ranking mondiale.

“Ribadisco – ha scritto – l’impegno economico- finanziario già preso, impegno che rimane indipendente dall’esito delle diverse trattative attualmente in corso e tendenti all’allargamento e al rafforzamento della compagine societaria”. Almeno da queste colonne nessuno ha mai messo in dubbio l’iscrizione della Robur al prossimo campionato, ma ciò non toglie che i dubbi siano sempre presenti. Siamo a pochi giorni (meno di venti) dalla presentazione della domanda di ammissione al campionato, che sarà sicuramente completata, compresa la fideiussione di 400mila euro. Ma, al momento, la Robur non ha un allenatore, un direttore sportivo, una rosa e un campo di allenamento. Senza contare staff e organizzazione interna, al di là di coloro che hanno svolto alacremente il proprio lavoro nell’annata appena conclusa. Eppure alle porte c’è una stagione complicata come quella di Lega Pro, con contratti da professionista da sottoscrivere, impegni economici importanti e scadenze da rispettare: cose per le quali la programmazione diventa fondamentale. L’iscrizione è “indipendente dall’esito delle diverse trattative attualmente in corso”, ma il resto? Se non lo fosse, come di fatto ha detto Ponte sabato scorso dalla sala stampa del Rastrello (“Su allenatore e ds le tre cordate mi permettono di decidere”), bisognerebbe cominciare a sciogliere i nodi, perchè il tempo stringe. Se invece lo fosse, bisogna chiudere le trattative al più presto.