Home Slide Show

L’arte urbana invade le strade di Siena

Siena rilegge il proprio passato, i suoi simboli ed i suoi personaggi attraverso l’ottica dell’arte urbana e la street art. Inaugurano infatti domani due produzioni del progetto #CantiereComune che si concretizzano nell’esecuzione e l’esposizione di dipinti murari di giovanissimi artisti: A(Round) Presenti/Assenti e Tu35 Street View.

TU35 STREET VIEW #1 è curata da Stefania Margiacchi con il contributo della rete di curatori under 35 selezionati all’interno dell’open call TU35 – Geografie per l’Arte Emergente in Toscana, progetto ideato dal Centro Luigi Pecci per l’Arte Contemporanea di Prato. L’azione vede dieci artisti under 35, ognuno proveniente da o artisticamente attivo in una delle diverse province toscane, realizzare i loro interventi urbani in uno spazio fuori le mura di Siena, non lontano da dove scorre l’antichissima Fonte di Doccia. Chiamati a sviluppare il tema di “Siena vista da fuori”, gli artisti hanno così realizzato il loro racconto in immagini sul viaggio fatto fino alla città, portando così una testimonianza vissuta. Gli artisti coinvolti sono Jacopo Pischedda, Lorenzo Brini, Moallaseconda, Pattern Nostrum, Gnob, 5074, Guerrilla Spam, Nilo Australi, Happy Lovers Town, Jamesboy. Proprio per tener fede alla natura sovversiva del progetto non ci sarà un’inaugurazione. I cittadini sono invitati a trovare il luogo dell’intervento, così da mantenere seppur parzialmente lo spirito underground della street art, dando la possibilità al visitatore di stupirsi imbattendosi casualmente nelle opere o, anche, negli stessi artisti ancora a lavoro. L’intervento di Arte Urbana (A) ROUND 1: PRESENTI/ASSENTI è invece curato da Gaia Pasi e come suggerisce il titolo, è un tributo agli artisti del passato ad opera degli artisti del presente: un espediente utile tanto a recuperare un frammento di memoria cittadina quanto a realizzare nuovi interventi di arte contemporanea in città. Gli artisti hanno ideato e prodotto sette progetti di arte urbana, risultato di singole ricerche effettuate sulla vita di altrettanti personaggi illustri legati a Siena: Cecco, Calvino Bernini, Fracassi, Lorenzetti, Tabucchi, Tozzi. Ciascuno ha colto e interpretato un aspetto, un’idea, un’espressione del personaggio che abbia inciso sulla storia della cultura e reso più grande la memoria del nostro territorio. Con l’obiettivo di potenziare ed espandere la conoscenza del patrimonio preesistente da parte della comunità locale e dei turisti, ogni lavoro di PRESENTI/ASSENTI è corredato di Quick Response Code o codice QR, opera di ricerca work in progress, degli studenti delle scuole medie senesi. L’utilizzo del codice QR permette l’accesso immediato e simultaneo ad una serie di informazioni multimediali (video, audio, mappe, siti web, link, gallerie di immagini) utili all’approfondimento del personaggio, nonché notizie sugli artisti intervenuti. Oltre a rispolverare i personaggi del passato importanti per Siena, PRESENTI/ASSENTI vuole promuovere, stimolare e condividere a 360 gradi, l’arte emergente con i giovani artisti: Benedetto Cristofani (Siena 1983), Giulio Bonasera (Roma 1986), Opiemme (Torino 1980), Claus Pàtera (Siena 1975), Jacopo Pischedda (Siena, 1983), Silvia Scaringella (Roma 1986), TO_LET (Sonia Piedad Mariangeli Floridablanca, Colombia 1977 ed Elisa Placucci Cesena 1979).
#CantiereComune. E’ un calendario di appuntamenti, in programma fino a metà dicembre, che nasce dall’unione di più soggetti di cui è capofila il Comune di Siena con il Servizio Progetti Culturali ed ha lo scopo di far conoscere, vivere e diffondere i linguaggi dell’arte contemporanea attraverso un doppio registro: formazione del pubblico e promozione dell’arte delle giovani generazioni. Curato da Michelina Simona Eremita, il programma tende a indagare la città, i suoi percorsi, la strada e l’immaginario e le necessità dei giovanissimi che, attraverso i linguaggi artistici a loro vicini (fumetto e street art, nuove tecnologie), potranno far emergere insieme agli operatori un materiale di riflessione comune utile a pensare e ri-pensare la funzione dell’arte nella città e nel percorso di crescita e formazione dei cittadini. Il progetto #CantiereComune nasce dall’esperienza di Siena Capitale della Cultura 2015 e dal Tavolo di Arte e Architettura Contemporanea e vede coinvolti il Comune di Siena, Santa Maria della Scala – Museo d’arte per bambini – Servizi Educativi, Ordine degli Architetti, Accademia del fumetto, Associazione dei Battilana, Associazione Mura Vive per l’Arte ai quali si aggiungono in forma di collaborazione per la resa del progetto la Cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena, UNIDEE – Università delle Idee – Fondazione Pistoletto, La Fondazione Biennale Arte e Biennale Architettura di Venezia, MA-GA Museo d’arte Contemporanea Zanella di Gallarate, Fondazione Accademia Chigiana. #CantiereComune è co-finanziato dalla Regione Toscana nell’ambito del progetto Toscana Incontemporanea.

STEFANIA MARGIACCHI

Giovanissima crea e cura il ciclo di mostre con cadenza settimanale “Wednesday Aesthetic – wine&art” presso MeetLife Cafè, Siena, che dà inizio alla sua continua ricerca e promozione di giovani artisti. Tra il 2013 e il 2014 svolge un tirocinio presso Santa Maria della Scala – Museo d’arte per bambini – dove collabora alla comunicazione della personale dell’artista Bruna Esposito e alla collettiva di dieci giovani artisti toscani. Nello stesso periodo è assistente gallerista per Zak Project Space (Siena), Young Curator dello spazio UnTubo, (Siena) con il quale è presente a SetUp Art Fair Bologna (2014). Nel 2015 vince il bando del Centro Pecci per l’Arte Contemporanea di Prato come giovane curatrice under 35 ed è chiamata così a mappare la realtà dei giovani artisti operanti in Toscana. Nello stesso anno, per il ciclo di eventi VERSO, presenta al Santa Maria della Scala la mostra pratese. Nel 2016 cura una residenza di artisti europei in Brasile. Con Cantiere Comune prosegue la sua ricerca sui giovani under 35 indirizzandola sulla street art.
GAIA PASI

Dal 2001 lavora nell’arte contemporanea come direttore o collaboratore responsabile di eventi (progettazione, realizzazione, comunicazione, promozione) presso istituzioni pubbliche (Università, Musei Civici, Biennali) e private (Gallerie, Fondazioni, Collezioni, Associazioni Culturali, Aziende, Istituti di Credito). Tramite la Galleria Zak Project Space, che fonda nel 2010, svolge principalmente attività di Talent Scout: seleziona artisti under 35 e contribuisce alla loro formazione, ricercandoli negli incubatori d’arte giovane (siti web, archivi, accademie, residenze, premi, mostre off, visiting studios, circuiti alternativi, collaborazioni con altri curatori), alla loro promozione e creando loro relazioni e contatti. Nel 2009 ha gestito l’ufficio stampa, media planning, web site, social media del Padiglione del Cile alla 53 Edizione della Biennale di Venezia per conto del curatore Antonio Arevalo.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena