L’Archeodromo di Poggibonsi premiato al concorso Art Bonus
27 Feb, 2017
archeodromo7

Com’era la vita nei villaggi tanti secoli fa? Il progetto “Open Air” del Archeodromo di Poggibonsi è stato premiato alla prima edizione del concorso Art Bonus, superando realtà culturali di spessore come l’Arena di Verona. Art Bonus  premia la valorizzazione del patrimonio culturale del Paese, dando l’opportunità ad enti e cittadini di promuovere la cultura identitaria dei loro territori. L’Archeodromo è il primo museo open air italiano sull’Alto Medioevo, riproduce in scala 1:1 la sequenza del popolamento di oltre otto secoli della collina di Poggio Imperiale. La parte più importante della riproduzione riguarda il periodo franco, databile al IX e X secolo. Gli scavi sono stati condotti dall’Unisi dal 1992 al 2008. Un progetto che sta portando movimento turistico nel territorio della Val d’Elsa.

Stamane in radio ne ha parlato con noi il professor Marco Valenti, direttore scientifico del Parco Archeologico e dell’Archeodromo: “Usiamo l’archeologia come brand per intercettare persone e famiglie che finalmente si fermano anche a Poggibonsi. In questo momento il progetto sta andando a gonfie vele, è in grande ascesa. Ogni anno stanno aumentando le presenze e i responsi che stiamo avendo sia a livello nazionale che internazionale. Si impara tanto, perché si vede la dimensione materiale della storia, si sentono i rumori, si sentono gli odori, si vedono le persone che parlano e vivono come nel IX e nel X secolo”.