L’appello degli Scout: “Proviamo tutti insieme a capire il perchè di questi gesti”
20 Set, 2016
biliotti-scout

Saranno 5 le telecamere di videosorveglianza installate in Pantaneto, per tenere sotto controllo la zona h24. L’annuncio è arrivato dal sindaco Valentini dopo il brutto atto vandalico accaduto nel fine settimana, quando è stata completamente devastata la sede senese degli scout a San Giorgio, già in passato presa di mira dai vandali. Ignoti si sono introdotti all’interno della struttura, hanno distrutto gli arredi, svuotato gli estintori, imbrattato i muri e incendiato il materiale dell’attività ordinaria ma, fortunatamente, il rogo non si è propagato ad altri locali. Intanto proseguono le indagini da parte della polizia, a lavoro sulle impronte digitali che potrebbero essere state lasciate sul posto dagli autori del grave gesto. Quali riflessioni emergono da questo evento? Lo abbiamo chiesto ad Andrea Bilotti, responsabile comunicazione degli scout senesi. “Ci siamo fermati a riflettere come educatori ed emerge la centralità della questione giovanile, che deve essere tema di dibattito in città. Abbiamo fatto appello alle diverse istituzioni che si occupano dei giovani, sicuramente dobbiamo rimboccarci le maniche tutti e cercare di capire quali possibili strategie trovare per agganciare ragazzi che trovano sfogo in questi atti vandalici: proviamo insieme a capire cosa possiamo fare come agenzie educative. L’impegno degli scout non viene meno, sicuramente le telecamere possono essere un primo passo, ma non sono per noi la soluzione”.