Prima pagina

L’anno nero degli allevamenti: l’allarme lupi e predatori continua

Animali sbranati nel territorio senese. Oltre ai rischi per l’incolumità delle persone. L’allarme lupi e predatori continua in provincia di Siena, anche negli ultimi giorni dell’anno. E’ stato un anno tragico per gli allevamenti senesi – sottolinea la Cia Siena – alle prese con continui assalti da animali selvatici.

Il presidente CIA Siena Luca Marcucci
Il presidente CIA Siena Luca Marcucci

«I nostri agricoltori ed allevatori non ce la fanno più, sono esasperati – commenta il presidente di Cia Siena Luca Marcucci -. Non possiamo più aspettare e chiediamo interventi risolutivi per quello che ormai rappresenta una vera e propria piaga economica per il settore rurale. E’ urgente – prosegue – difendere il reddito degli agricoltori, messo a rischio dai predatori; l’agricoltura, l’ambiente ed il paesaggio, dalla catastrofe; le imprese ed i consumatori tutelando la produzione agricola; il diritto di tutti ad un agro-eco-sistema equilibrato che tuteli la biodiversità».

«Riconoscere i danni subiti dalle aziende non è più sufficiente – aggiunge il direttore Cia Siena Roberto Bartolini –, è necessario mettere in campo azioni forti ed immediate di prevenzione. Bisogna riuscire ad evitare il danno, non solo a risarcirlo. E’ necessaria l’attivazione degli interventi di contenimento e di prelievo dei predatori. Oltre ovviamente alla garanzia del rispetto del principio del risarcimento totale dei danni diretti ed indiretti causati da fauna selvatica».

«La politica – prosegue Marcucci – deve intervenire per evitare la chiusura delle aziende agricole e degli allevamenti. Ogni giorno le imprese sono costrette a subire i danni da ungulati, lupi e animali predatori, oltre ai danni causati da condizioni atmosferiche e climatiche avverse, nonché da una scellerata politica che vorrebbe far pagare agli agricoltori una tassa iniqua ed ingiusta come l’Imu, fra l’altro – conclude – su un patrimonio che per le aziende agricole rappresenta un bene strumentale».

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena