Prima pagina

“L’Alta Valdelsa non è una zona soggetta a terremoti devastanti”

Il terremoto di stanotte con epicentro tra San Casciano e Tavarnelle è della stessa matrice del precedente di 2 mesi fa. Lo ha affermato il professor Enzo Mantovani, geologo all’Università di Siena, ai microfoni di Antenna Radio Esse. “Ci sono state due scosse più forti, 3,7 e 3,3 della scala Richter, e successivamente una decina di minore entità così come era successo a dicembre scorso. Non sono fenomeni preoccupanti, la terra si muove costantemente, in Italia ogni giorno ci sono da 30 a 40 scosse registrate e solo raramente diventano pericolose e fanno danni. Non possiamo prevedere i terremoti ma possiamo basarci sui dati storici per capire se una zona è più o meno a rischio. L’Alta Valdelsa non risulta essere particolarmente soggetta a fenomeni tellurici devastanti. Il terremoto più forte risale al 1812 con magnitudo 5,2, si registrarono danni ma non ci furono vittime”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena