La Virtus sfida Piombino sabato 10 novembre al PalaCorsoni
9 Nov, 2018
Ceccarelli

Dopo la sconfitta di mercoledì sera nel recupero della terza giornata contro la Fiorentina Basket, la Sovrana Pulizie è pronta a tornare nuovamente in campo sul parquet del PalaCorsoni. Sabato 10 alle ore 21 la Virtus affronterà il Solbat Basket Golfo Piombino per la settima giornata del girone A del campionato di Serie B.
Con 6 punti, frutto di 3 vittorie ed altrettante sconfitte, Piombino si trova a metà classifica. Il Basket Golfo arriva dalla sconfitta esterna contro la quotata Vigevano, che si è imposta sulla Solbat per 67-63.

Ecco le parole del vice-coach della Virtus Edoardo Ceccarelli in vista della prossima partita.

Un brutto avvio contro la Fiorentina, poi un secondo tempo molto buono che però non è bastato. Cosa è successo?

«Siamo stati in partita nei primi minuti, poi loro sono scappati di talento e di fisicità, mentre a noi è mancato un po’ di ritmo ed aggressività per provare a contenerli. Sul -20 all’intervallo abbiamo cambiato qualche accorgimento, ma soprattutto è cambiato l’atteggiamento dei ragazzi, siamo tornati a contatto, con la palla del -7 in mano che è poi carambolata nelle mani di Banti che ha segnato. Ampio merito alla Fiorentina per la vittoria, ma segnali di ripresa incoraggianti nei secondi venti minuti da parte nostra».

Sabato si torna in campo, ancora al PalaCorsoni, contro Piombino. Che squadra è?

«Piombino è un’altra squadra molto forte. Negli anni l’hanno sempre migliorata, ed hanno giocatori veramente di alto livello, penso a Procacci e Iardella, che sono il playmaker e la guardia, che stanno facendo molto bene, ma anche i due lunghi Fratto e Persico, che sono due top per la categoria, contornati da una serie di altri giocatori più o meno giovani che danno una grossa mano a questo livello, ed i risultati parlano per loro. Sono una squadra che ha 6 punti, tre vinte e tre perse, frutto anche di alcune sconfitte lottate in trasferta, ad esempio a Vigevano, una delle favorite del campionato, persa negli ultimi minuti. E’ un gruppo costruito per stare ai Playoff ».

Cosa servirà nella prossima partita?

«Prima di tutto servirà più attenzione in difesa, su tanti particolari, ed un po’ di cattiveria, in alcuni momenti ne avremmo un po’ più bisogno. Niente di impossibile da mettere dentro, dobbiamo limitarli con un po’ più di intensità. In attacco abbiamo visto ad esempio nei secondi 20 minuti contro la Fiorentina, una squadra di assoluto talento, che possiamo giocarcela, se però nella metà campo difensiva abbassiamo la produttività degli avversari».