La “Superluna” ha illuminato anche la notte senese
15 Nov, 2016
super-luna

Si è ammirata anche dall’osservatorio astronomico di Siena la “Superluna” di ieri anche se non c’era bisogno di particolari telescopi per vederla, dato che ha illuminato il cielo per tutta la notte. Il fenomeno, che si ripete una volta ogni decine di anni, lo ha spiegato Alessandro Marchini, direttore dell’osservatorio, ai microfoni di Are. “L’orbita della luna, unico satellite naturale della terra, essendo non perfettamente circolare ma leggermente ellittica, compie un giro imperfetto e capita, come ieri sera, che quando è piena si trovi in un punto dell’orbita della terra che è semplicemente più vicina a noi. Motivo per cui ci appare più grande e più luminosa. Rispetto a quando la luna piena avviene nel giorno dell’apogeo, cioè quando è nel punto più lontano dalla terra, la dimensione è più grande del 14% ed è più luminosa del 30%. Ma si parla comunque di fenomeno più mediatico che particolarmente importante in astronomia. Noi come osservatorio abbiamo organizzato ieri sera l’evento per chi voleva osservare la luna con il nostro telescopio e sono venute centinaia di persone. Una precisazione: diffidate di chi dice che questo fenomeno possa influire su catastrofi naturali come il terremoto, non è vero, l’unica influenza è sulle maree come accade ogni volta che c’è la luna piena”.