Calcio Home Slide Show Sport

La Robur cade a Montespaccato 2-0, espulsi Gilardino e Caridi

All’ultima curva la gomma bianconera fora, sbanda e finisce fuori strada. La Robur torna a conoscere l’amarezza della sconfitta (non succedeva da oltre due mesi, 3-1 a Ostia) e incassa un giusto 2-0 a Roma, dicendo addio definitivamente alla parola scudetto. Su un sintetico di vecchissima generazione, che fa capire perfettamente l’universo eterogeneo della Serie D, il Montespaccato vince con merito e con un pizzico di fortuna che non guasta mai, come quando Bassini va a calciare una punizione puntando alla potenza sul palo del portiere e invece colpisce male, ne esce una traiettoria bassa che beffa Narduzzo, al quale le prossime volte consigliamo di utilizzare il cosiddetto “coccodrillo”, l’uomo sdraiato dietro la barriera. I padroni di casa erano passati in vantaggio nel primo tempo su un tiro di Ansini deviato da Farcas, con la palla a campanile arrivata a Gambale bravo a battere Narduzzo con un rasoterra da posizione defilata. Il Siena, messo in campo da Gilardino con tante (troppe?) novità, a cominciare dalla riconferma di un Pavlak spaesato e mai deciso sulle giocate, e dal terzo modulo in tre gare, il 3-5-2, si rende pericoloso solo con un tiro da fuori di Agnello. Nell’intervallo serve a poco il ritorno al 4-3-3 e gli ingressi di Martina, De Angelis e Mignani: da segnalare solo un gol annullato a Guidone per fuorigioco, su cross da sinistra di Bani, e un rigore chiesto sempre dal capitano non concesso dal signor Marco Di Loreto, che non ha mai preso il controllo della gara. L’episodio arbitrale se l’è perso Gilardino, espulso poco prima perché si è rifiutato di fare il nome del calciatore che in panchina avrebbe offeso il direttore di gara. Cartellino rosso che si è preso anche il vice Caridi, rendendo ancor più complicata la trasferta a Trestina del 9 maggio, dove mancherà anche Martina squalificato. Sarà un vero e proprio scontro diretto per il terzo posto, gli umbri infatti sono a 43 punti, come i bianconeri, ma con una gara ancora da giocare con il Badesse, che oggi ha perso ancora, contro un Montevarchi che è passato in testa al campionato, raggiungendo il Trastevere (ma è avanti per scontri diretti).

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena