La Polstrada sequestra 1700 chili di cibo avariato sulla Siena-Grosseto
13 Ago, 2018
polstrada cibo avariato

Lo scorso fine settimana, la Polizia Stradale in Toscana ha controllato 1.481 veicoli e identificato 1.618 persone sulle principali arterie della regione, al fine di prevenire gli incidenti dovuti alla distrazione, nonché all’assunzione di alcool o droghe. Nell’operazione, realizzata su input della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, sono state impiegate 237 pattuglie, che hanno ritirato 34 patenti e 18 carte di circolazione, defalcando 1.092 punti. Le multe contestate sono state 788, mentre gli interventi di soccorso 233.
In particolare, sull’A/1, presso l’area di servizio di Montepulciano (SI), un uomo di 50 anni è stato fermato da una pattuglia della Sottosezione di Battifolle. Lui era alla guida di un’utilitaria e stava andando verso Roma, ma i poliziotti hanno annusato qualcosa di losco decidendo, quindi, di approfondire le indagini. E hanno fatto bene, poiché l’uomo, residente Bologna, non solo aveva la patente scaduta da molti anni, ma nascondeva in auto quasi 200 grammi di oppiacei da spacciare. La Polstrada lo ha arrestato, sequestrandogli la droga e l’auto.
Sulla Siena-Grosseto, in località Ruffolo, una pattuglia della Sezione di Siena stava monitorando i veicoli adibiti al trasporto di cibi, al fine di tutelare la salute dei consumatori attraverso una verifica dell’intera filiera alimentare. Nel corso dei controlli è stato notato un furgone con una delle ruote posteriori quasi a terra, come se il mezzo fosse pieno all’inverosimile. Alla guida del mezzo c’era un uomo di 39 anni che stava trasportando oltre un quintale e mezzo tra carni, formaggi, ortaggi e altre pietanze congelate. Gli agenti, dopo aver appreso dalla loro banca dati che lui era rimasto coinvolto in una brutta storia di frodi e truffe in danno di mense del pistoiese, hanno approfondito gli accertamenti, scoprendo che i prodotti si erano scongelati. Infatti, nel vano frigo la temperatura era superiore di 8 gradi rispetto a quella consentita e, per di più, gli alimenti erano a contatto con scatole di cartone e pedane in legno, con grave rischio per l’igiene. Anche gli ispettori dell’USL Sud-Est Toscana hanno confermato i sospetti della Polstrada, che ha sequestrato circa 800 chili di carne di suino e altri 900 chili di surgelati, avviando tutto alla distruzione. L’uomo, sanzionato anche per trasporto senza autorizzazione e per un sovraccarico di 1.500 chili, è stato multato con 5.000 euro, mentre la ditta per cui lavora ne dovrà sborsare 3.000.