La Polizia intensifica i controlli: espulso un cittadino turco e prese due ladre bulgare
28 Lug, 2018
polizia-posto-di-blocco

Intensificati i controlli da parte della Polizia in vista del fine settimana, in tutta la provincia, tesi a prevenire la commissione dei reati di microcriminalità. 92 sono state le persone controllate, di queste 18 avevano precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio e la persona; 53 automezzi controllati, di questi 2 sono stati sottoposti a sequestro in quanto sprovvisti di assicurazione;

6 contravvenzioni al codice della strada contestate per guida senza patente, revisione del mezzo scaduta, mancanza della copertura assicurativa, guida senza aver utilizzato le cinture di sicurezza e uso del cellulare durante la guida.

1 sanzione amministrativa per ubriachezza in luogo pubblico contestata ad un cittadino straniero di nazionalità romena rintracciato nei pressi della stazione ferroviaria; 2 persone denunciate all’autorità giudiziaria per furto aggravato;

1 cittadino extracomunitario di nazionalità turca, espulso dal territorio nazionale con accompagnamento alla frontiera.

In particolare è stato rintracciato dagli agenti del Commissariato di Chiusi un cittadino turco colpito da una nota di rintraccio per espulsione in ambito Shengen inserita dall’Olanda, anche in Italia inottemperante alle norme che regolano il soggiorno degli stranieri. Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione hanno quindi eseguito l’espulsione del Prefetto di Siena, dopo la convalida del provvedimento da parte del Giudice di Pace, scortando il cittadino turco all’aeroporto di Ciampino a Roma imbarcandolo sul volo diretto ad Instambul.

Gli agenti delle volanti, grazie alla tempestiva segnalazione di una turista straniera che poco prima era stata borseggiata e grazie alle descrizioni fornite nell’immediatezza del fatto, hanno rintracciato due giovani donne di nazionalità bulgara ritenute responsabili del furto.Grazie infatti alle immediate indagini svolte ed all’acquisizione di alcune immagini registrate dalle telecamere poste all’interno di alcuni negozi le due donne sono state riprese mentre effettuavano il furto. La somma di denaro rubata è stata quindi restituita al legittimo proprietario insieme ad altri effetti personali e le autrici del furto di 22 e 27 anni, sono state fermate ed accompagnate in Questura per essere poi messe a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dai rilievi fotodattiloscopici le donne risultano più volte essere state controllate con persone dedite alla commissione di furti con destrezza ed una risulta gravata da pregiudizi di Polizia proprio per aver commesso furti con lo stesso modus operandi. Entrambe sono state quindi allontanate dal territorio del Comune di Siena con provvedimento del Questore su proposta della Divisione Anticrimine della Questura.