La Fondazione Mps dialoga con la città
24 Giu, 2015
Enrico-Granata

La Fondazione Mps imposta il suo futuro aprendo un dialogo con la città. Quale potrà o dovrà essere il nuovo ruolo dell’istituzione senese? Lo hanno chiesto il presidente Clarich e il direttore generale Granata a politici, istituzioni, associazioni senesi aprendo così un confronto che si è concretizzato ieri nella sala di palazzo Chigi Saracini e proseguirà anche su internet.
“E’ stato un dibattito proficuo – ha detto Enrico Granata (nella foto), direttore generale FMPS nel corso della trasmissione condotta da Cristiana Mastacchi -, uno scambio di idee sul ruolo che la fondazione intende svolgere nel territorio come cerniera tra il pubblico e provato non solo con i soldi ma con le professionalità. Non ci sono più le disponibilità economiche di un tempo, ma noi vogliamo comunque essere protagonisti dello sviluppo offrendo consulenze sia nel campo dell’arte e della cultura ma anche nella ricerca, volontariato, famiglia. Nel corso del dibattito ci sono state rivolte numerose domande, soprattutto c’è stato chiesto di essere di sostegno allo sviluppo e all’occupazione locale e all’imprenditoria. Per quanto riguarda il nostro ruolo questa è una richiesta di particolare importanza; dobbiamo trovare un punto di equilibrio tra il fatto che le fondazioni non possono direttamente finanziare imprese ma possono fare azioni che favoriscano l’attività di impresa. Questo mi sembra un elemento molto importante per noi di attenzione, visto che ci sono dei segnali, seppure timidi, di ripresa. In questo solco la Fondazione può fare, io credo, molto”.