Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

La denuncia degli studenti nelle residenze universitarie: “Situazione ingestibile per il servizio di lavanderia”

Inaspettatamente centinaia di studenti che vivono nelle residenze universitarie di Siena si sono ritrovati per venti giorni senza il servizio di lavanderia. Il Dsu, cioè l’azienda regionale per il diritto allo studio, ha spiegato che questo è accaduto per la scadenza dell’appalto, e che quindi un’altra ditta avrebbe dovuto provvedere all’installazione.

Gli elettrodomestici sono arrivati a scaglioni e in condizioni pessime. Ora che le lavatrici sono state consegnate e installate, infatti, il disagio continua: i guasti sono all’ordine del giorno e le lavatrici funzionanti sono meno della metà rendendo difficile potervi accedere.

Una situazione insostenibile e ingiustificabile denunciata da Manolo Zocco, studente universitario che alloggia in una delle residenze, che, grazie ad un video postato sui social, si è fatto portavoce delle proteste. Noi di Antenna Radio Esse lo abbiamo intervistato

Per quanti giorni sono mancate le lavatrici?
M: Non le abbiamo avute per ben venti giorni, dal 20 ottobre fino a due giorni fa quando sono arrivate e attivate il giorno dopo ma con disagi. Lo stato di manutenzione delle lavatrici era pessimo. Come prevedibile si sono guastate il giorno stesso alla residenza Tognazza. Stesso schema si è ripetuto anche qui alla De Nicola dove ci sono stati guasti ogni giorno. Attualmente ci sono due lavatrici su sei che sono funzionanti.

Come vi siete organizzati per lavare i vostri capi?
M: Prima che le lavatrici venissero consegnate i vestiti li abbiamo lavati nel lavandino, nel bidet o sotto la doccia con noi. Questo chiaramente poteva riguardare solo quei piccoli capi che avremmo potuto poi indossare il giorno dopo e che si potevano asciugare in tempo. I disagi maggiori li abbiamo avuti sui capi più grandi come coperte, piumini e accappatoi. Più tutto il vestiario che si accumulava. Quando sono state consegnate le lavatrici il disagio è rimasto e rimane tutt’ora perchè sono sempre occupate in quanto più della metà non funzionano. Inoltre è previsto un sistema di gettoni virtuali: alcuni studenti non li hanno mentre altri ne hanno troppi.

Cosa accade quando c’è un guasto?
M: Abbiamo visto un cambiamento nella tempestività con cui tecnici intervengono nel momento in cui i guasti vengono segnalati. Stiamo cercando di essere collaborativi con chi gestisce le residenze per cercare di segnalare i problemi e loro si stanno impegnando per far si che questi guasti arrivino presto alla ditta appaltatrice.

Sono arrivate delle risposte da parte del Dsu?
M: è arrivata solo un’email, non di scuse, in cui si diceva che le lavatrici erano state consegnate che non potevano essere utilizzate perchè dovevano essere installate. Ci sono stati dati dei gettoni in più per il mese di novembre e dicembre un po’ come contentino.

Cosa chiedete voi studenti?
M: In verità quello che è mancato dal Dsu è la comunicazione: non ci è stato detto in alcun modo che il servizio di lavanderia sarebbe stato interrotto. Non si possono lasciare gli studenti per così tanti giorni senza lavatrici.
Noi chiediamo non lavatrici nuove ma che il servizio di lavanderia venga monitorato e che i guasti vengano riparati nel minor tempo possibile.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena