La Colligiana si aggiudica la 36° Coppa Fabio Cresti
16 Gen, 2017
colligiana coppa fabio cresti

Dopo un mese di partite a raffica, dove più di 100 bambini hanno solcato il sintetico del Campo Sportivo Parrocchiale dell’Alberino, cala il sipario sulla 36^ Coppa Fabio Cresti.
L’edizione 2016, iniziata con la cerimonia d’apertura lo scorso 9 dicembre e terminata oggi 14 gennaio con le finali, ha visto trionfare la Colligiana (che dopo tanto tempo ritorna a giocare questa competizione), battendo ai rigori il Marciano Robur che, per il secondo anno di fila, si deve accontentare del secondo posto. Subito dopo le finali, si sono svolte le premiazioni che sono state fatte dalle maggiori cariche societarie dell’Alberino e da alcuni ex giocatori rossoneri per far vedere ai bimbi che, nonostante non si possa diventare tutti giocatori professionisti, un atleta può rimanere nei cuori dei dirigenti di una società e persino premiare le squadre di un torneo prestigioso come la Coppa Cresti.


Il torneo, riservato alla categoria Pulcini 2006, ha avuto come sempre un grande successo di pubblico (circa 100 persone presenti per la Finale). Spettatori che, pagando il biglietto d’entrata per semifinali e finali di 2€, non hanno guardato solo a se stessi ma hanno anche fatto beneficenza con questo gesto. Infatti, il ricavato delle due serate è andato a “Le Bollicine”, presente con alcuni bimbi (che hanno ricevuto anche un piccolo dono) ed alcune cariche dell’associazione che hanno apprezzato tantissimo questa splendida azione dell’Alberino. Inoltre, ogni ticket venduto è stato associato ad un biglietto della lotteria con tre cesti pieni di cose buonissime offerti dal Simply Market di Ravacciano che sono estratti dopo l’inizio della Finalissima e che hanno fatto sicuramente contento qualche genitore.

Grande anche il successo sul piano del divertimento e sul piano tecnico, visto che le partite giocate sono state sempre belle, lottate con lealtà e sano agonsimo e ricche di gol. A darsi battaglia nei gironi eliminatori, c’erano Alberino (società organizzatrice), Colligiana, Luigi Meroni, Marciano Robur, Mazzola-Valdarbia, Policras Sovicille, San Miniato e Siena Nord (composta per la maggior parte da bimbi del 2007). Alle Semifinali, sono passate San Miniato, Luigi Meroni, Colligiana e Marciano Robur. Giocate anche le Semifinali, si arriva al giorno della festa finale con San Miniato e Luigi Meroni che sono andate a sfidarsi per la Finalina per il 3° e 4° posto mentre Marciano Robur e Colligiana si giocavano la vittoria della Coppa.

Eccoci, quindi, al giorno della Finale. Salendo la scalinata della Parrocchia dell’Alberino, dalla quale, oltrepassata una porta a vetri, si entra nella cornice del mitico campino dell’Alberino che è tutto circondato dalle case del quartiere di Ravacciano, si sente l’adrenalina nell’aria ed il brusio dei genitori che aspettano di vedere scendere in campo i propri figli, sicuramente emozionati per un evento sportivo veramente sentito a Siena. Le partite di entrambe le finali sono state bellissime sempre equilibrate, con azioni all’infinito da una parte e dall’altra che hanno infiammato i cuori degli spettatori. La finalina, se la aggiudica il Luigi Meroni che, nei tempi regolamentari, va a recuperare il gol segnato dal San Miniato e poi va a vincere ai rigori.
La gara clou della serata, la Finale per il 1° ed il 2° posto, dopo una battaglia sportiva veramente fantastica, viene vinta dalla Colligiana contro il Marciano Robur, anche in questo caso ai rigori…tanti, ben 14 rigori prima che si potesse sancire la vittoria biancorossa! Durante i due tempi regolamentari, ad andare in vantaggio è il Marciano che poi va vicino alla seconda rete prendendo un palo. I rossoblu non riescono a chiudere la gara e così la Colligiana ne approfitta e va a trovare un pareggio che porta la partita alla “lotteria” dei rigori dopo che i supplementari hanno visto poche emozioni. Veramente bravi i piccoli atleti che fanno arrivare la serie dei tiri dagli 11 metri fino al punto di far tirare addirittura i portieri. Ed è proprio alla fine dei rigori che scoppia l’entusiamo dei bambini biancorossi che si abbracciano, saltano e corrono per il campo, sapendo di aver ottenuto un’importante vittoria davanti anche al proprio Presidente Massimo Rugi ed al responsabile del settore giovanile Antonio Galasso che non volevano mancare a questo attesissimo appuntamento. Invece, i piccoli atleti del Marciano Robur, nonostante la sconfitta, non si disperano e non fanno le bizze perchè sanno di aver dato il massimo e sanno che questa sarà un’esperienza formativa per la propria carriera calcistica. Ed è proprio questo il fascino della Coppa Cresti: una festa per la città di Siena che fa divertire i bambini ma li fa anche crescere sportivamente ed umanamente.

Quindi, per concludere, complimenti al G.S. Alberino ed a tutte le persone che si impegnano quotidianamente e dedicano parte del loro tempo libero a questa società che anche quest’anno, con tanti sforzi e sacrifici, è riuscita ad organizzare un evento importantissimo in maniera quasi impeccabile. Un ringraziamento, da parte del gruppo sportivo, va anche a tutte le squadre partecipanti, agli arbitri preparatissimi venuti in tutte le gare ed a tutti i media che hanno seguito l’evento ma la cosa davvero importante, però, è poter dire che nel panorama calcistico di Siena, grazie a tutto questo successo del Torneo, la “Coppa Cresti” e l’Alberino stanno tornando ad avere il prestigio e gli onori di una volta che senza dubbio si meritano.