Judo Kwai Amiatino: Cristina Magini regina d’Europa
27 Giu, 2016
JudoKwai_Amiatino Cristina Magini

Nella splendida cornice di Porec (Croazia)si sono svolti in questo fine settimana i campionati Europei master dove l’amiatina Cristina Magini difendeva i colori della nazionale e proprio all’Italia portava un ambitissimo doppio oro, individuale e a squadre, contribuendo così al 2°posto finale nel medagliere femminile per la nazionale azzurra nella spedizione croata.
Ma ripercorriamo la carriera di questa campionessa che tante soddisfazioni ha dato agli sportivi pianesi e italiani.
Il suo palmares parla ormai di una carriera ormai più che ventennale che l’ha vista salire su un podio nazionale per la prima volta a soli 15 anni con la conquista del 3° posto al campionato italiano. Da li si sono succeduti ben 2 argenti ed un altro bronzo sempre agli Italiani con inoltre la conquista di una coppa Italia e di 2 terzi posti sempre nella stessa competizione. Una serie impressionante di successi che l’ha portata a far parte anche della nazionale giovanile.
Successivamente nella categoria seniores continuava ad imporsi tra le prime in Italia anche se per motivi di lavoro non riusciva ad ottenere gli stessi successi che da juniores; il judo non è uno sport professionistico e si sa che di fronte alla scelta tra lavoro e l’allenamento il primo la vince decisamente.
Nel 2010 per Cristina inizia una nuova vita agonistica con la partecipazione alle prime gare master ( over 30 anni) che subito danno grandi soddisfazioni alla forte atleta pianese che trova in queste competizioni una nuova giovinezza: 2 argenti ( a squadre e individuale, proprio a Porec nel 2010) europei; 1 titolo mondiale a squadre ed un 5° posto individuale nel 2011 a Francoforte; 4 titoli nazionali ed un 2° posto con un record invidiabile da due anni è imbattuta in Italia.
Ma veniamo ad oggi con il doppio oro in terra croata che vendica il “ mezzo passo falso” del 2010; in tutti quest’anni Cristina è maturata caratterialmente e tecnicamente trovando nel suo nuovo compagno e maestro Marco Gigli ( anche lui grande protagonista nella stessa manifestazione con un doppio bronzo sia nell’individuale che a squadre) una guida impeccabile e competente sia dal punto di vista tecnico che tattico ( da anni, anche se continua a difendere i colori del Judo Kwai Amiatino, si è dovuta trasferire per motivi di lavoro a Barga dove si allena appunto nella palestra locale diretta da m° Gigli). Ha condotto la gara perfetta vincendo tutti i combattimenti sia nell’individuale che a squadre, mettendo in riga atlete coriaci come le tedesche e le maestre francesi leader in Europa nel judo. Troppa è stata la voglia di vittoria per l’atleta amiatina che ha voluto dimostrare di essere imbattibile non solo in campo nazionale mettendo in riga a suon d’ippon ( il ko nel judo) tutte le atlete che si contrapponevano tra lei ed il gradino più alto.
Grande entusiasmo ed emozione nella palestra pianese portavoce della quale si è fatto il presidente Massimo Zamperini che ha trattenuto con qualche sforzo le lacrime “ Grande! Ha espresso quello che noi tutti sapevamo essere nelle sue potenzialità e ci ha reso tutti orgogliosi, ha portato il nome del JKA ancora una volta sul tetto d’Europa come aveva già fatto in passato sua sorella Chiara. Grazie!”
Grande festeggiamenti aspettano ora Cristina che anticipa quelli del prossimo anno quando la palestra Pianese compierà 40 anni di attività.