Ius soli, Scaramelli (Pd): “No alla politica di convenienza, si al coraggio delle sfide”
14 Set, 2017
Scaramelli Stefano_01 (1)

“Non mi piace la politica dei giri di parole, se si dice una cosa si fa, a prescindere dai calcoli di convenienza o di opportunità”. Così il presidente della commissione sanità e politiche sociali del Pd Stefano Scaramelli sullo stop dello Ius soli al Senato. Per Scaramelli “i bambini che nascono in Italia, che crescono nel nostro paese, che vivono le loro emozioni accanto ai nostri bambini sono e devono essere cittadini italiani. Ne va della dignità della dimensione umana. Se non si è avuto oggi il coraggio di vincere una sfida bella come quella dello ius soli – prosegue Scaramelli- non si avrà domani il coraggio di vincere sfide ben più complesse. Assecondare alleati di governo oggi e farsi condizionare domani non appartiene alla mia cultura politica. A me piace la politica del coraggio che prova a vincere sfide nuove che si fanno perché giuste, e non perché convengono. Io voglio continuare a guardare negli occhi tutti i bambini stranieri . Io non mi fermo, la mia e la nostra battaglia per i diritti e doveri dei più piccoli continua senza se e senza ma”.