Istituto “B. Ricasoli” conquista il Premio Touring 2017, unico in provincia di Siena
20 Mar, 2018
Premio Touring a Firenze2

E’ andato all’Istituto di istruzione superiore “B. Ricasoli” di Siena il premio dei Consoli della Toscana del Touring Club 2017 per la provincia di Siena, giunto alla 18ma edizione e dedicato a soggetti che operano in maniera innovativa per lo sviluppo sostenibile del mondo agricolo. In Toscana i vincitori sono stati dieci, uno per ogni provincia, e sono stati resi noti nei giorni scorsi a Firenze alla presenza di Claudia Sorlini, vicepresidente del Touring Club Italiano, Gianluca Chelucci, console regionale del Touring Club Italiano per la Toscana e i dirigenti del settore agricoltura della Regione Toscana. La consegna ufficiale del premio all’istituto senese è fissata per sabato 14 aprile a Siena, alla presenza di Tiziano Neri, dirigente scolastico dell’Istituto d’istruzione superiore “B. Ricasoli” di Siena, e di Federigo Sani, console provinciale del Touring Club Italiano per Siena.

“Il nostro Istituto – afferma Tiziano Neri, dirigente scolastico dell’Istituto d’istruzione superiore “B. Ricasoli” di Siena – crede e investe molto nella ricerca e nell’innovazione per formare i nostri diplomati e renderli capaci di rispondere al meglio alle richieste del mercato del lavoro, ma anche di uno sviluppo del territorio sempre più attento alla sua tutela e valorizzazione. Il riconoscimento avuto dal Touring Club Italiano, soggetto autorevole nella promozione turistica e culturale del nostro Paese, ci rende orgogliosi del lavoro svolto finora e ci stimola a continuare a lavorare in questa direzione, ponendo sempre ambiente e paesaggio come risorse primarie per il territorio senese e italiano”.

Il Premio Touring è nato nel 2000 su iniziativa del Corpo Consolare toscano del Touring Club e viene assegnato ogni anno a realtà artistiche, ambientali, produttive, culturali e sociali tipiche della Toscana e fra i suoi ambasciatori nel mondo. L’edizione 2017 è stata dedicata all’innovazione nello sviluppo agricolo sostenibile e ha coinvolto centri di ricerca, istituti di formazione e imprese che operano al fianco delle istituzioni per lo sviluppo sostenibile del mondo agricolo.