Home Slide Show Interviste Prima pagina

Intervista della Settimana con Giovanni De Rubertis e il destino di un’avvelenatrice

Per l’Intervista della Settimana di domenica 24 aprile, alle ore 12:10, al microfono di Antenna Radio Esse, il medico Giovanni De Rubertis, dell’équipe di urologia del Rugani Hospital di Siena, diplomato in pianoforte al Conservatorio di Campobasso, che da sempre ha affiancato alla sua attività professionale di medico, quella di musicista e autore di testi teatrali e musicali. Conosciuto anche come protagonista della band senese i Panciera Gialla, De Rubertis racconterà agli ascoltatori di Antenna Radio Esse, la storia di come è arrivato a scrivere, con Stefano Tigli, durante il primo loockdown, il testo “Giulia Tofana, il destino di un’avvelenatrice”, interpretato in teatro dall’attrice Chiara Savoi. La vicenda narrata è una storia in parte vera, quella di Gulia Tofana, figlia di quella Tofana D’Adamo, giustiziata a Palermo 12 luglio 1633 con l’accusa di aver avvelenato il marito Francesco, con l’acqua tofana – che da lei prende il nome – veleno incolore, inodore e insapore, ma altamente tossico, capace nel giro di pochi giorni di provocare una morte naturale, pozione che Giulia Tofana vendeva principalmente a donne intrappolate in matrimoni violenti. E’ la storia di un’avvelenatrice seriale, ma una sorta di giustiziera delle donne, e gli episodi della sua vita narrata sul palco, dividono i sentimenti del pubblico, riscuotendo simpatia dalle donne e facendo tremare gli uomini. L’attrice Savoi racconta storie che si possono ritrovare nell’attualità violenta di oggi, dove ancora troppe donne restano vittime di femminicidio. Un momento di riscatto per la protagonista, scritto  in chiave musicale e a tratti ironico, un’opera teatrale che sta ottenendo molto successo per le tematiche affrontate che presto verrà proposta all’interno dei carceri femminili sia a Roma che a Milano e che ci auguriamo presto possa trovare una degna cornice, anche nei teatri senesi. Ma il vero coup de théâtre degli autori, è l’idea di regalare una boccettina misteriosa di liquido incolore e insapore a tutte le donne che escono dal teatro dopo la rappresentazione!

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena