Home Slide Show Musica

“Ingresso Libero” il primo lavoro discografico firmato Rino Gaetano

29 luglio 1974 – Sono già trascorsi quarantasei anni dalla pubblicazione di “Ingresso libero”,il primo lavoro discografico firmato col suo nome RINO GAETANO ed arrivato a pochi mesi di distanza dal successo del 45 giri “I love you Marianna”, inciso però con lo pseudonimo di Kammamuri’s.

Si tratta dell’unico album del cantautore calabrese a non prendere il nome dalla prima traccia, né da nessun’altra: tuttavia il brano di apertura fu pubblicato come singolo 45giri su 7″ in due edizioni :
-Tu, forse non essenzialmente tu/E la vecchia salta con l’asta (con numero di catalogo It, ZT 7054)
-Tu, forse non essenzialmente tu/I tuoi occhi sono pieni di sale (con numero di catalogo,It, ZT 7057)

La copertina dell’album originale si apre in due falde contenenti i testi e due foto in blu e nero.

Nove sono le canzoni che arricchiscono la scaletta del disco della durata di circa 30 minuti: si parte dal singolo “Tu forse non essenzialmente tu” per passare a “Ad esempio a me piace il sud” (che era stata già incisa da Nicola Di Bari e portata in gara a Canzonissima del 1974), altra traccia è “A.D. 4000 d.C” (suggerisce una datazione ridondante dove vengono indicati sia AD (Anno Domini), sia DC (dopo Cristo), che hanno lo stesso significato), ed arrivando  “A Khatmandu”che chiude il lato A.
Ad aprire il lato B c’è la dolce canzone “Supponiamo un amore”,”E la vecchia salta con l’asta”,  sicuramente non passò inosservata “Agapito Malteni il ferroviere”(liberamente ispirata a La locomotiva di Francesco Guccini) per poi avviarsi alla conclusione con “I tuoi occhi sono pieni di sale” e il brano di chiusura “L’operaio della Fiat (la 1100)”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena