Prima pagina

Indennità atipiche al comune di Siena, restituite le somme versate da 69 dipendenti

La vicenda delle cosiddette indennità atipiche erogate a favore del personale comunale tra il 2004 e il 2011, che erano state oggetto di contestazione da parte degli ispettori del Ministero dell’Economia e delle Finanze nel 2013, si sta avviando verso un epilogo positivo.
L’Amministrazione comunale ha infatti provveduto alla restituzione integrale delle somme versate da 69 dipendenti a titolo volontario, come era stato programmato fin dall’inizio dell’anno scorso ma che ha potuto concretizzarsi solo quando il MEF ha chiarito di ritenere superate le irregolarità evidenziate al termine dell’ispezione. 
“Si sta risolvendo definitivamente una vicenda che riguardava gestioni precedenti – ha dichiarato il Sindaco Valentini- ma che ha pesato  molto sull’Amministrazione attuale e sulle relazioni con il personale. Gli Uffici hanno provveduto alle restituzione delle somme che, all’indomani della contestazione del MEF, alcuni dipendenti ed ex dipendenti avevano deciso volontariamente di rimborsare  all’ente. In altri Comuni italiani in situazioni analoghe le somme erano state prelevate forzatamente dagli stipendi, nel caso di Siena invece erano stati i dipendenti a versare quanto richiesto. 
Abbiamo dovuto affrontare- continua il Sindaco- criticità conseguenti ad un’ispezione Ministeriale avvenuta prima dell’insediamento dell’attuale amministrazione, che finalmente stiamo superando grazie al lavoro di tutti i dipendenti e a una serie di correttivi e misure straordinarie di bilancio che abbiamo messo in atto”.
Come già anticipato a novembre dal Sindaco ai rappresentanti sindacali, nei prossimi giorni, l’Amministrazione provvederà anche alla revoca della messa in mora dei dipendenti interessati dalla procedura.
“Sarà l’atto che ci permetterà di superare definitivamente questa vicenda e, di conseguenza, – conclude il Sindaco Valentini- aprire una nuova fase nelle relazioni sindacali con l’obiettivo di confermare il sistema degli incentivi retributivi, finalizzato  ancora di più al miglioramento concreto dei servizi comunali”.