Incubo Mps: -22% ma l’ad Viola rassicura ancora
20 Gen, 2016
fabrizio_viola_mps

Momenti drammatici per Mps, che ha ceduto il 22,2% a 0,51 euro dopo un congelamento al ribasso che si è protratto per gran parte della seduta. Dopo aver dimezzato in meno di un mese la propria capitalizzazione, Mps vive una nuova giornata drammatica, ma secondo i vertici della banca senese “l’attuale andamento del tutto anomalo del titolo Mps non ha alcun riscontro nei fondamentali della banca che anche nel corso dell’ultimo trimestre sono migliorati, confermando il trend evidenziato nei primi nove mesi dell’anno”. Lo ha scritto in una nota, l’amministratore delegato Fabrizio Viola, che poi ha aggiunto: “I ricavi sono aumentati sia rispetto al terzo trimestre sia rispetto all’anno precedente, mentre i costi sono stati ulteriormente ridotti”.