Prima pagina

Incontro pubblico per parlare dell’adeguamento dello stradario alle richieste del’Istat

La tua opinione è importante. Per questo l’incontro aperto alla città per parlare dell’adeguamento dello stradario cittadino alle richieste dell’Istat.

All’appuntamento in programma per giovedì prossimo, 23 ottobre, alle ore 18 nella Sala delle Lupe di Palazzo Pubblico interverranno il sindaco Bruno Valentini, l’assessore all’urbanistica Stefano Maggi, lo storico Duccio Balestracci, Francesco Di Pede e Gianluigi Salvucci del Dipartimento per i censimenti e gli archivi amministrativi e statistici dell’ISTAT.

L’esigenza di informatizzare i dati toponomastici per la creazione dell’Archivio nazionale dei numeri civici e delle strade urbane (ANNCSU) ha, infatti, richiesto l’adeguamento di alcuni nomi di luoghi riportati nello stradario del Comune.

Leggere modifiche, che comporteranno, ad esempio, il cambio della titolazione da Parco di Unità d’Italia in Passeggiata del Parco Unità d’Italia, oppure a scrivere per esteso i numeri romani, così via Alessandro VII, diventerà via Alessandro settimo, e per le quali l’amministrazione, ha ritenuto utile, all’interno del concetto di cittadinanza attiva, coinvolgere la città in un momento di confronto, ma anche di approfondimento.

<<Ma – come ha detto il docente universitario Duccio Balestracci – ci sono cambiamenti che nessuna necessità informatica potrà imporre, perché non si tratterebbe di un adeguamento, ma di un vero e proprio stravolgimento. A Roma, Campo dei Fiori si chiama da secoli così e non si potrà cambiargli il nome in Piazza Campo dei Fiori, nemmeno fosse la piazzetta centrale di una ridente località rivierasca. A Siena Costarella dei Barbieri ha questo nome da secoli e secoli, e ribattezzarla via della Costarella dei Barbieri non è nemmeno pensabile, perché è come se la chiamassimo Via via dei Barbieri, dato che “costarella” significa strada in lieve discesa>>.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena