In aumento i casi di Alzheimer, Dotti: “Fondamentale la diagnosi precoce”
18 Mag, 2018
alzheimer

Sono in aumento i casi di Alzheimer per effetto dell’invecchiamento della popolazione. Lo ha detto stamani ai nostri microfoni la dottoressa Maria Teresa Dotti del dipartimento scienze mediche chirurgiche e neoscienze dell’università di Siena, presentando il convegno che si terrà stasera nell’aula magna del rettorato organizzato dall’associazione “Piccoli passi”. Non esiste ancora una cura valida per contrastare questa malattia degenerativa, ma ci sono metodi per cercare di migliorare la qualità della vita di chi soffre di questa patologia. “E’ possibile con una diagnosi precoce provare le nuove cure sperimentali e cercare di fermare l’avanzamento dell’Alzheimer. Ai primi sintomi è bene sottoporsi agli accertamenti e iniziare subito le terapie”. Nel corso del convegno dal titolo “Bambole e robot per i malati di Alzeimer” si parlerà della malattia spiegando come possono essere d’aiuto le terapie non farmacologiche , e si parlerà delle esperienze di Paro il robot con le sembianze di cucciolo di foca e della Doll Therapy , la terapia della bambola.