“Imitatori allo Sbaraglio” con Sergio Friscia a Rapolano
22 Ago, 2019
Friscia

Il primo weekend della 55esima edizione del “Settembre Rapolanese”, a Rapolano Terme, si accende sabato 24 agosto con lo spettacolo “Imitatori allo Sbaraglio”. Lo showman siciliano Sergio Friscia condurrà la serata che si ispira allo show televisivo “Tale e Quale”. Una dozzina di talenti, più o meno professionisti, si “trasformeranno” per imitare i cantanti più celebri della musica italiana e internazionale: dagli intramontabili Renato Zero e Mina, alle voci straordinarie di Tina Turner e Liza Minelli, fino alle nuove leve come Ultimo e Francesca Michielin.
Già volto di “Striscia la notizia” con la parodia di Beppe Grillo, voce di “RDS” e conduttore di “Mezzogiorno in famiglia”, Sergio Friscia regalerà momenti di spensieratezza e tante risate. L’attore comico, tra l’altro, nel 2015 ha partecipato come concorrente proprio a “Tale e Quale” interpretando Pino Daniele e Zucchero. La serata verrà impreziosita dalla partecipazione amichevole del cantante Marcello Cirillo, già voce di “I Fatti Vostri” e “Mezzogiorno in famiglia”. Sarà piazza Giannetti, in zona Stadio, a ospitare la serata a ingresso gratuito a partire dalle ore 21. Sempre aperti gli stand gastronomici e la pizzeria, così come il luna park per grandi e piccini.
“IL SETTEMBRE RAPOLANESE” – Il weekend del “Settembre Rapolanese – Sagra della panella e della focaccia” si aprirà venerdì 23 agosto con lo show della cartoon band “Miwa e i suoi componenti”, che andrà a proporre un viaggio musicale nel mondo dei cartoni animati, ripercorrendone la storia dagli anni 70 ad oggi con le sigle più belle reinterpretate in chiave moderna insieme a gag, canzoni, “travestimenti”, gigantografie. Domenica 25 agosto, invece, le vie del paese saranno animate con la tradizionale fiera, lo show di spettacolo di magia e illusionismo alle 17, l’orchestra “I Mixage” alle 21.
Il programma prevede ogni sera (dalle ore 19.30) l’apertura degli stand gastronomici, dalla pizzeria al ristorante, con menù a base di prodotti tipici del territorio, primi, carne alla brace e pizza, oltre alle specialità tipiche della sagra: la panella, ovvero una pasta di pane fritta con una “spolverata” di sale sopra, e la focaccia, un dolce tipico a base di pasta di mandorle, arricchito da uno strato di crema. Non mancheranno neppure i bomboloni e le ciambelle, ormai diventante un “must” irrinunciabile per i frequentatori della festa. Presente, come tradizione, anche lo spazio aperitivi e l’area luna park per grandi e piccini.