Calcio Facebook Posts Home Slide Show Sport

Il Siena sventola bandiera bianca. L’Ostiamare vince 3-1, per la C se ne riparla il prossimo anno

Addio Serie C, se ne riparla l’anno prossimo. Ad Ostia il Siena perde la sua settima partita stagionale, la quinta nelle ultime sette, e dà ufficialmente addio ad ogni pretesa di vittoria del campionato. Da oggi bisognerà guardarsi dietro, evitare un risucchio nella zona rossa (che dista appena due punti, quattro delle ultime sei in classifica hanno vinto), aggiungere dal mercato giocatori utili ora ma soprattutto la stagione 2021/22. Una partita simile a quella di Sinalunga, con il vantaggio avversario grazie ad un errore arbitrale (rigore inesistente per fallo di Ruggeri su Lazzeri, Mastropietro realizza), il raddoppio di De Sousa e un’espulsione, quella di Ilari, che riduce ogni possibilità di rimonta, anche se la rete di Guidone, l’ottava in campionato, e la bella reazione d’orgoglio tengono in bilico fino alla fine una gara chiusa poi allo scadere da Lazzeri dopo una punizione calciata malissimo da Mahmudov, che lascerà sicuramente la squadra insieme ad altri giocatori. Grammatica, annunciando due-tre rinforzi (un centrocampista, un attaccante e un 2002), a fine gara ha aperto a “qualche scelta drastica su chi ha dimostrato di non essere con la testa a Siena”. Il direttore sportivo ha fatto capire di pensare già all’anno prossimo e ha ribadito un punto fermo, ovvero Alberto Gilardino, che ha salvato l’atteggiamento avuto in 10 contro 11 nella ripresa e ha spiegato come ci sia da fare “un grandissimo lavoro per tornare alla situazione di quando sono andato via”. In tutto questo mercoledì si torna in campo, al Franchi contro lo Scandicci che non è più ultimo perché arriva da tre vittorie nelle ultime quattro. Sarà uno scontro diretto per la salvezza, è triste dirlo ma la verità.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena