Il presidente del consiglio regionale in visita a Radicofani
10 Ott, 2016
giani-a-radicofani

Un’altra tappa del tour istituzionale del presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani. Questa mattina è stato in visita al comune di Radicofani, in provincia di Siena, dove è stato accolto dal sindaco, Francesco Fabrizzi. In primo piano le opportunità che possono scaturire per i territori della Toscana da un rinnovato rapporto con l’assemblea regionale. “Ci sono temi ricorrenti e altri del tutto peculiari che emergono dai nostri comuni – ha detto Giani –; da Radicofani l’importanza di valorizzare la magnifica rocca, che si erge su uno sperone di roccia basaltica oltre 890 metri, fino a giungere alla terrazza dei merli, che è il punto più alto della Val d’Orcia”. Il presidente ha ricordato al ratio della legge voluta dal Consiglio sulle Città Murate, come pure l’importanza di appuntamenti istituzionali dell’assemblea toscana e delle sue iniziative, da tenere nei luoghi più significativi e belli della Toscana.
Radicofani è anche la patria di Ghino di Tacco, cui il paese in provincia di Siena ha dovuto fortune turistiche e notorietà in anni tutto sommato recenti, fin da quando, era la Prima Repubblica, Eugenio Scalfari paragonò l’allora presidente del Consiglio Bettino Craxi proprio al signore medioevale. Il paragone attecchì, in breve la firma di Ghino divenne lo pseudonimo del leader socialista sull’Avanti!. Era il 1985, l’anno di nascita del sindaco di Radicofani, Fabrizzi che oggi ha accolto il presidente del Consiglio regionale, Giani.