Palio

Il Palio e il “delirio” da social network, riunione del Consorzio

I social network fanno saltare le regole non scritte del Palio e portano in giro per il mondo le immagini dei cazzotti tra contrade. Ne parla oggi il Consorzio per la Tutela del Palio in una riunione convocata proprio per studiare le forme per arginare un fenomeno in crescita che rischia di fare un danno d’immagine alla Festa. Quello che un tempo era un momento riservato come il fronteggiamento tra contrade, diventa di dominio pubblico per opera di qualcuno che con le immagini registrate con il cellulare ha poi divulgato il tutto con post o “cinguettii”, ripostati da senesi e contradaioli e pubblicati sui siti di alcuni giornali. “Fa bene il consorzio a parlarne – ha detto Enrico Toti, storico e conoscitore del Palio, nell’intervista di stamani con Cristiana Mastacchi su Antenna Radio Esse – ma è un argomento che andrà affrontato anche nelle assemblee di contrada, bisogna evitare che l’esibizionismo di alcuni danneggi tutti. Nel Palio ci sono momenti intimi che non possono essere capiti nel resto del mondo e rendendoli pubblici ci fanno passare come barbari”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena