Il Palio di Siena e le Contrade raccontati in una app. L’iniziativa del Comitato Amici del Palio
25 Giu, 2015
palio lug 2015 panoramica

Una app per raccontare al grande pubblico il Palio e le Contrade, per narrarne la storia attraverso i secoli e per svelare tutti i segreti della festa divenuta simbolo dell’Italia nel mondo. E’ questa l’iniziativa a cura del Comitato Amici del Palio, che ha voluto proporre i contenuti dello storico libro “Contrada è… Palio è…” – la cui prima edizione risale all’ormai lontano 1988 – in un formato adeguato alle esigenze del pubblico di oggi. Grazie al coinvolgimento di T4All dell’ingegner Gianluca Daino, impresa nata come spin off dell’Università di Siena, e alla collaborazione di due studenti di ingegneria, Matteo Mori e Matteo Zazzeri, allievi del professor Giuliano Benelli e di uno studente di tecnologie e studi cognitivi, Lorenzo Megale, allievo della professoressa Patrizia Marti, che hanno dedicato le loro tesi di laurea al progetto, la app ha preso vita, fino ad arrivare allo sviluppo definitivo, anche grazie alla grafica di Guido Bellini.
Gli ingegneri Filippo Salvini, Gilberto Polezzi e Riccardo Zambon di T4All (tutti alumni dell’Ateneo cittadino), hanno provveduto alla realizzazione, mettendo a disposizione l’esperienza aziendale.
L’applicazione, che è frutto di un lavoro collaborativo svolto in città, viene presentata oggi, 25 giugno, nell’aula Magna del Rettorato dell’Università di Siena, con l’intervento, tra gli altri, del prorettore dell’Ateneo, Francesco Frati e del presidente del Comitato Amici del Palio, Gabriele Bartalucci.
La Contrada, la storia, il Palio, le tre sezioni in cui è divisa la app, che per il momento sarà disponibile nella versione per iPad in Apple Store. Nella prima scheda si trovano informazioni riguardo al mondo dei simboli (il tamburo, l’araldica, la bandiera, l’oratorio…). Ognuna delle contrade è poi descritta nel dettaglio. Nella sezione dedicata al Palio, ne vengono descritti i riti, i protagonisti e i loro ruoli; sono quindi raccontate le fasi della corsa, dall’estrazione delle contrade partecipanti, fino alla cena della vittoria.
Una sezione ricca di informazioni è quella dedicata alla storia della festa. Infine gallerie fotografiche, video, audio e giochi completano il lavoro. E’ previsto che le parti multimediali siano via via aggiornate ed arricchite.