Il palio arriva in tribunale. Il 23 novembre la prima udienza del processo a Veleno II
17 Nov, 2016
columbu-atzeni lug 2015

Veleno II comparirà davanti al giudice per rispondere dell’accusa di violenza privata nei confronti di Tittia nel Palio del 2 luglio 2015. Dopo la squalifica comminata dal giudice paliesco, il caso del placcaggio del fantino del Valdimontone (Massimo Columbu detto Veleno II) al fantino del Nicchio (Giovanni Atzeni detto Tittia), con tanto di afferramento e conseguente caduta da cavallo, sarà giudicato anche in un’aula di tribunale secondo la legge italiana. Non è un’anomalia perchè nella storia altri fantini “killer” ci sono stati come ha raccontato Massimo Biliorsi ai microfoni di Are. “Vorrei citarne uno per tutti, il famoso palio ottocentesco di “Cicciolesso” fantino del Nicchio che al secondo giro saltò sul cavallo dell’Oca, che aveva già ovviamente il proprio fantino e fecero un giro in due sopra un cavallo. Questo per dire che fatti eclatanti nel palio sono sempre successi, ora trovare il confine tra quello che è punibile solo con la giustizia paliesca e quello che invece è punibile dalla giustizia ordinaria è molto difficile da stabilire, nel palio è tutto molto sfumato. Il problema principale, secondo me, è la grande attenzione che ha la nostra festa e nel bene e nel male i nostri comportamenti sono sempre amplificati”.