Il ministro Centinaio al forum di Qualivita: “Siena il testimonial migliore per promuovere l’essenza dell’Italia nel mondo”
6 Feb, 2019
Centinaio Qualivita

Si è svolto ieri a Siena l’evento tecnico organizzato dalla Fondazione Qualivita e dedicato al confronto tra Consorzi di tutela delle Indicazioni Geografiche italiane e internazionali per definire una nuova proposta strategica a supporto dello sviluppo del settore nel contesto nazionale ed europeo, nell’ambito di cinque tematiche oggetto dell’agenda dei lavori odierni: dal nuovo patto con i consumatori e le comunità locali, all’evoluzione della governance, passando dalla nuova PAC e dalla sostenibilità fino ad arrivare al tema tutela e accordi internazionali.
Protagonista dell’incontro, il Ministro delle politiche agricole e del turismo a Gian Marco Centinaio, che durante il suo intervento ha ribadito la necessità di un impegno unico per “garantire la qualità e essere più incisivi nella promozione nel mondo.
“In questo momento di stagnazione economica  e di crisi – ha commentato il Ministro Centinaio – il solo settore a segno positivo è quello dei comparti agroalimentare  e vitivinicolo, per questo dobbiamo avere sempre più attenzione verso l’agricoltura italiana e verso il sistema turistico. Unire questi due ambiti in apparenza molto diversi è la vera scommessa, la mission su cui il ministero sta lavorando.  Abbinare nella comunicazione prodotti e territori dà origine a un contaminazione che crediamo essere vincente. Oggi il mondo è cambiato, ci sono mercati sempre più esigenti che riconoscono in noi la qualità,  ma dobbiamo essere più incisivi nella promozione. Dobbiamo iniziare a promuoverci in modo diverso, l’obiettivo è promuovere i nostri prodotti nel mondo con un sistema unico. Azioni riconoscibili sotto il brand Italia frutto del dialogo con Consorzi di Tutela”. In chiusura del suo discorso il ministro ha parlato di Siena: “La città ideale per far conoscere le eccellenze dell’enogastronomia italiana e le bellezze dell’arte è questa. Ha una carta in più rispetto alle altre, è più ricca. Per questo è il testimonial migliore per promuovere l’essenza dell’Italia nel mondo”.