Il Mangia d’Oro per la solidarietà alle 17 contrade: la proposta riscuote consensi
27 Gen, 2017
17 contrade
Il Mangia d’Oro alle contrade, proposta del Corriere di Siena, sta riscuotendo consensi, primo fra tutti il sindaco Valentini che ha riconosciuto la validità dell’idea.                                                                 Il massimo riconoscimento cittadino andrebbe, se venisse accettata la proposta, ai tanti contradaioli che sono andati a Cascia a cucinare per le popolazioni colpite dal territorio, confermando lo spirito di solidarietà delle 17 consorelle.
“Io credo sia l’essenza delle contrade. Già in passato le contrade erano di mutuo soccorso, servivano per darsi una mano tra le popolazioni bisognose, chi aveva bisogno veniva aiutato” spiega Massimo Gistri, contradaiolo del Nicchio, uno dei volontari impegnati a Cascia.
A proporre la candidatura è stato il quotidiano Corriere di Siena diretto da Giuseppe Silvestri, che proviene proprio dalle zone colpite dal terremoto e quindi ha apprezzato lo spirito senese. “Quale altra città italiana ha avuto così tanti cittadini volontari come Siena? E’ come se avessero vinto un Palio tutte 17 le contrade con questo impegno, un gesto straordinario che merita di essere premiato. Potrebbe essere anche un modo per ricordare nel futuro cosa le consorelle fecero nell’anno 2016/17 a Casa al campo della protezione civile dopo il violento terremoto”.