Prima pagina

Il FAI di Siena a fianco del Comune di Casole d’Elsa contro la geotermia

Sono ormai tre anni che il territorio di Casole e dei comuni limitrofi di Castelnuovo val di Cecina, Colle di val d’Elsa, Radicondoli, San Gimignano e Volterra sono interessati dal progetto di ricerca geotermica della Soc. Magma Energy denominato “Mensano”.
La Delegazione del FAI di Siena e Provincia ha subito espresso il proprio dissenso a questo progetto e ha aderito alla Consulta del Comune di Casole d’Elsa, formata da diverse associazioni del territorio che hanno a cuore uno sviluppo economico basato sul turismo di alto livello culturale, sullo sviluppo dell’artigianato locale e sull’agricoltura di qualità, in cui la sostenibilità ambientale e la salvaguardia del territorio rivestono un’importanza fondamentale.
Ora la scelta spetterà ai cittadini che saranno chiamati a votare il 29 e 30 Novembre per scegliere tra due opzioni: uno sviluppo industriale che distruggerà uno dei paesaggi più belli della nostra provincia, oppure uno sviluppo sostenibile basato su un equilibrato rapporto di valorizzazione delle eccellenze del nostro territorio.
Le centrali geotermiche per la produzione di energia elettrica a scopo industriale, con il loro corredo di impianti invasivi, vapordotti ed elettrodotti e l’elevato potenziale inquinante dell’aria e dell’acqua, a seconda della tipologia dell’impianto, infatti, mal si conciliano con la realtà economica casolese, già ben consolidata ed armonicamente inserita in un paesaggio fra i più belli della Toscana che il FAI ritiene che debba essere tutelato per le generazioni future nell’interesse di tutti.
Il FAI si dichiara allineato con la posizione dell’Amministrazione Comunale di Casole e con il Sindaco Piero Pii, che si schierano a favore del “NO”, precisando in una nota che è “in nome di quei valori quali bellezze naturali, artistiche, culturali e per la qualità delle persone che ci vivono o lavorano e che ci hanno fatto conoscere e apprezzare nel mondo. Un “No” alle richieste di autorizzazioni per la ricerca geotermica finalizzati allo sviluppo di progetti industriali che, se attuati, minerebbero, in modo irrimediabile, quella qualità naturale, paesaggistica e ambientale di cui oggi possiamo farci vanto”.
L’appello del FAI è rivolto ai cittadini di Casole d’Elsa affinché si rechino numerosi ad esprimere il loro voto e che l’esito delle urne sia CONTRO uno sviluppo industriale che lascerebbe una traccia indelebile sul territorio, sull’ambiente e che costituirebbe un fardello pesante per le generazioni future.
La nostra speranza è che i cittadini votino NO allo sviluppo industriale della risorsa geotermica.
DELEGAZIONE FAI DI SIENA E PROVINCIA

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena