Prima pagina

Il Comune revoca la trasformazione di Siena Jazz in Fondazione

Il Consiglio comunale, nella seduta di ieri, ha revocato la trasformazione di Siena Jazz in fondazione, attuata con atto consiliare del 2005, sulla base del principio della trasformazione eterogenea, secondo il quale non sarebbe stato necessario estinguere l’associazione stessa per costituire successivamente la Fondazione. Il vice sindaco Fulvio Mancuso, ha illustrato all’aula il documento, descrivendo i vari passaggi storico-giuridici che hanno portato all’elaborazione della delibera.

La prefettura di Siena, dopo la trasformazione di Siena Jazz da associazione in fondazione, respingeva l’istanza di riconoscimento, non condividendo il principio e chiedendo che prima della sua costituzione in fondazione fosse effettuato il suo scioglimento. Siena Jazz decideva, quindi, di ricorrere al Tar Lazio, al fine di garantire la continuità dell’attività dell’Ente.

Il Consiglio di Stato, supremo organo di giurisdizione amministrativa, sollecitato dal Ministero dell’Interno per dirimere il contrasto interpretativo tra le prefetture e alcune pronunce di giudici amministrativi da una parte, e posizione dogmatica, notarile e di alcuni Tar (come ad esempio il Tar Lombardia) dall’altra, e peraltro in presenza di un vuoto legislativo, nello scorso gennaio si è espresso in modo negativo sulla fattibilità della trasformazione eterogenea delle associazioni in fondazioni.

Come ha spiegato Mancuso “Con questo atto, adottato a tutela dell’interesse pubblico, il Comune di Siena si conforma doverosamente al parere del Consiglio di Stato, revocando la delibera del 2005: il che comporterà il ritorno di Siena Jazz alla sua natura giuridica originaria di associazione. L’amministrazione procederà ad adottare i necessari adempimenti ispirandosi a criteri di salvaguardia degli atti e di continuità delle attività e degli organi di Siena Jazz”

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena