Home Slide Show Prima pagina

Il Comune di Montepulciano festeggia il 25 Aprile on line insieme ai cittadini

La comunità di Montepulciano festeggia il 25 Aprile, quest’anno 75° Anniversario della Liberazione. Il Comune, l’ANPI e la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte hanno condiviso infatti la ferma volontà di celebrare questa storica giornata, adottando iniziative che, nel rispetto le norme anti-virus, sfruttino le possibilità offerte dalla comunicazione digitale.
“Volevamo proporre una celebrazione autentica – afferma il Sindaco di Montepulciano, Michele Angiolini –, che non fosse solo una versione ridotta delle tradizionali manifestazioni, ma che assumesse una propria personalità, ancora più condivisa e collettiva. Un’opportunità per mostrare ulteriore coesione – prosegue Angiolini –, quella necessaria per combattere, in maniera attiva e solidale, la diffusione del coronavirus”.
“Anche se in forma virtuale – dice Lorenzo Micheli, Presidente ANPI Montepulciano –, invitiamo la comunità, come avrebbe fatto dando vita al corteo e poi alla manifestazione, a riunirsi intorno ai temi fondamentali della lotta per la libertà e per la democrazia. Vale come sempre l’esortazione ad esporre la bandiera italiana”.
Evento centrale del programma sarà l’omaggio al monumento che, al Giardino di Poggiofanti, ricorda il sacrificio dei martiri della Resistenza. Alle 11.00 il Sindaco Angiolini ed il Presidente Micheli deporranno una corona d’alloro e, in diretta Facebook, sulla pagina del Comune di Montepulciano, interverranno sui temi della Liberazione. Non mancherà l’omaggio attraverso la musica, grazie alla presenza del Maestro Bruno Bocci che eseguirà, alla tromba, il Silenzio e Bella Ciao.
La “trasmissione” dedicata da Montepulciano al 25 Aprile 2020 avrà inizio alle 10.45, con l’esecuzione degli stessi, significativi brani in Piazza Grande, cui farà seguito l’irrinunciabile Bella Ciao, eseguita collettivamente dalla Banda dell’Istituto di Musica “Henze” e registrata in video-conferenza dalle abitazioni dei singoli componenti.
E dopo la diretta da Poggiofanti, la sequenza si chiuderà con una lettura a più voci della celebre epigrafe di Piero Calamandrei “Lapide ad ignominia”, nota anche come “Ora e sempre Resistenza”. Questo video è stato curato da

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad
Ad

Meteo

Meteo Siena