Il carcere di Ranza avrà a breve il direttore che manca da dieci anni: primi risultati della protesta dei sindacati
11 Ott, 2018
FP CGIL striscione

Dopo dieci anni di attesa il carcere di Ranza avrà un direttore. E’ il primo risultato ottenuto dai sindacati del corpo di Polizia penitenziaria che ieri hanno effettuato un sit in di fronte al penitenziario. Una manifestazione nata proprio per porre l’attenzione su alcune criticità importanti e in particolare l’assenza di una direzione stabile e di una contemporanea vacanza del Comandante di reparto dell’Istituto di pena. Ai nostri microfoni Simone Lepore della Fp Cgil. “Il provveditore regionale, saputo della nostra mobilitazione, non ha esitato a venire ad incontrarci e gli sviluppi positivi sono stati che intanto siamo riusciti ad avere il nome del direttore, che sarà la dott.ssa Ciampoli che fino a qualche mese fa aveva compiti di livello centrale al Provveditorato a Firenze. Il nome del comandante non c’è ancora ufficialmente perchè i trasferimenti vengono decisi direttamente da Roma, ma il provveditore si è preso l’incarico di andare domani a parlare con il capo del personale a Roma appunto per avere un impegno scritto che poi ci presenterà tramite i nostri canali interni”.