Il 25 Aprile nella provincia di Siena: eventi e celebrazioni
24 Apr, 2017
Foto Liberazione Chiusi_04

Il 25 si ricorda la liberazione dal nazifascismo e la fine della seconda guerra mondiale per l’Italia, una ricorrenza molto significativa e che ancora oggi è importante festeggiare per comprendere il valore della libertà e della democrazia, per cui tanti valorosi partigiani hanno combattuto e hanno perso la vita. Ecco come sarà celebrata la ricorrenza della Festa della Liberazione a Siena e provincia:

A Siena il corteo che partirà alle 17 dai Giardini La Lizza giungerà in Piazza del Campo, dove si terrà la Cerimonia Ufficiale che si sarebbe dovuta svolgere all’interno del Teatro dei Rinnovati. La decisione è stata assunta dal Comitato fra le Forze Democratiche – Coordinamento Provinciale Senese per rispondere alla grande adesione dei comuni della provincia e delle associazioni ai festeggiamenti di domani per il 25 aprile.L’orario di inizio della celebrazione ufficiale rappresentava già una novità rispetto agli scorsi anni: quest’anno infatti la deposizione della corona in onore ai Caduti che precede la partenza del corteo istituzionale avverrà ai Giardini La Lizza presso l’Asilo Monumento alle ore 17, mentre gli anni scorsi era programmata nel primo pomeriggio.Dopo la deposizione di una corona presso il Rettorato dell’Università agli Studi di Siena ed una alla Sinagoga, il corteo giungerà in Piazza del Campo e a quel punto sarebbe dovuto entrare nel Teatro dei Rinnovati, dove si sarebbero dovuti tenere i discorsi ufficiali.Con questa variazione, invece, la Cerimonia Ufficiale con i saluti delle autorità si svolgerà all’aperto, in Piazza del Campo, davanti a Palazzo Pubblico. Interverranno il Sindaco di Siena Bruno Valentini, il Presidente della Provincia di Siena Fabrizio Nepi, il Presidente del Parlamento degli Studenti della Toscana Bernard Dika e due alunni che hanno partecipato alla giornata regionale “Meeting della Memoria”. Conclude Silvia Folchi, Presidente Provinciale dell’ANPI.A seguire, dopo gli interventi istituzionali in Piazza del Campo, si terrà al Teatro dei Rinnovati, come previsto, lo spettacolo musicale “Bella ciao”, offerto dalla Sezione Soci di Siena di Unicoop.Fi, nel quale si esibiranno i gruppi: Arbia Sax Quintet, I Cantastoria, I Disertori, Zatarra. Lo spettacolo verrà presentato da Giuliano Ghiselli e sarà ad ingresso libero.

 

Asciano celebra la Festa della Liberazione ricordando Giovanni Bacconi, sindaco per poco più di un anno nel 1920 e poi esule in Francia per sfuggire alle persecuzioni fasciste. Martedì 25 aprile con una cerimonia ufficiale alle ore 10 a Giovanni Bacconi sarà intitolato il giardino di via Barna. «Vogliamo ricordare la triste storia di un nostro concittadino che ha dovuto abbandonare la sua terra per essere fedele al più alto valore di democrazia – sottolinea il sindaco di Asciano Paolo Bonari -. La storia di Giovanni Bacconi ha rischiato di finire nell’oblio tramandata per testimonianza orale dai parenti rimasti. Invece è una storia che merita il rispetto e la dignità affinché sia da esempio e da guida per ogni cittadino e per ogni amministratore pubblico per le sue accezioni di alto senso civico e di lotta alla sopraffazione».

 

Il Comune della Città di Chiusi, in collaborazione con la locale Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), si prepara a festeggiare e celebrare il 72° anniversario della liberazione dalle truppe nazi-fasciste. Il sindaco, gli assessori e i consiglieri, accompagnati dalla musica solenne della Filarmonica Città di Chiusi, porteranno il loro omaggio ai caduti depositando una corona ai piedi dei monumenti siti in varie zone del territorio comunale. La partenza del corteo è prevista alle ore 9.15 da Montallese per poi spostarsi alle ore 9.45 a Macciano dove nell’occasione sarà inaugurato il monumento ai caduti che è stato installato nel parco pubblico di recente realizzazione. A metà mattinata, intorno alle ore 10.30 il corteo si sposterà a Rione Carducci per poi raggiungere, alle ore 11.15, le due tappe di Chiusi Scalo (Piazza Garibaldi e Piazza Dante). Le celebrazioni termineranno, come sempre, a Chiusi Città (ore 12.15) con un omaggio prima al monumento al Prato e poi in Largo Cacioli.

 

La Sezione Anpi “Settimo Agostini” di Montespertoli, in occasione della Festa della Liberazione del 25 aprile, ha organizzato la “Settimana Resistente”, con il patrocinio e contributo dell’Amministrazione comunale. Nel pomeriggio del 25 aprile, invece, presso la Villa Guicciardini a Poppiano, si terrà la Festa della Liberazione con la deposizione della corona al Cippo. Dalle 16 la Merenda Resistente, con intrattenimenti musicali insieme a Due di Due”, “Bo and the Strangers” e “Quarto Podere”. Nel giorno della Liberazione sono previste, come ogni anno, le celebrazioni dell’Amministrazione comunale che partiranno alle 9.30 con il raduno a Montagnana e la successiva deposizione della corona d’alloro al Cippo posto al Piazzale degli Ulivi. Altre corone d’alloro saranno deposte in seguito durante la mattinata anche in via Castiglioni, presso il cippo che ricorda il partigiano Settimo Agostini, al cimitero, dove sarà anche celebrata la santa messa, e al Monumento ai Caduti in piazza del Popolo.

 

Sinalunga: martedì 25 aprile celebrazioni a partire dalle ore 9,30 festa della Liberazione manifestazione con la fanfara dei bersaglieri. Il finale della giornata è affidato alla Passeggiata Ecologica all’Acqua Passante organizzata dall’Associazione Atletica Sinalunga.L’importanza della memoria per non dimenticare e sensibilizzare i giovani ai valori di libertà e democrazia. Con questi obiettivi il Comune di Sinalunga celebra il 25 aprile con appuntamenti che coinvolgeranno il capoluogo e le frazioni nella giornata della Festa della Liberazione dell’Italia dalla dittatura nazi-fascista.Il programma comincerà alle ore 9,30 in Località Le Macchiaie con la deposizione della corona al monumento in ricordo di Pasquale Moscadelli e Alduino Grazi a cui seguirà la deposizione della corona al monumento “Una pagina di Storia” nei giardini di via Nello Boscagli. Alle ore 10,30 in Piazza Garibaldi è in programma la manifestazione commemorativa con la Fanfara dei Bersaglieri di Siena alla quale interverranno il sindaco del Comune di Sinalunga Riccardo Agnoletti e il vicepresidente Anpi di Siena Fabio Mugnaini. Parteciperà anche una rappresentativa ella Pro Loco Sinalunga e della Pro Loco Bettolle. Alle ore 13 lo stadio comunale ospiterà il pranzo con la Fanfara dei Bersaglieri (su prenotazione ai numeri 3491639871 – 3408370574). Il finale della giornata è affidato alla Passeggiata Ecologica all’Acqua Passante organizzata dall’Associazione Atletica Sinalunga (ritrovo ore 16,30 – Giardini Pubblici di Rigaiolo.

 

Rapolano Terme celebra la Festa della Liberazione con un’intensa giornata di appuntamenti, organizzata, per martedì 25 aprile, dall’amministrazione comunale e dalla locale sezione dell’Anpi. Cerimonie solenni al via alle ore 10 con il ritrovo e la partenza da Piazza della Repubblica a Rapolano di due delegazioni che depositeranno corone di alloro al monumento ai caduti di Armaiolo ed in Piazza Medaglia d’Oro Biagini a Serre. Alle 11, un nuovo corteo partirà da Piazza Matteotti per la deposizione delle corone alla lapide affissa nel Palazzo comunale di Rapolano, al monumento della Resistenza in Piazza della Repubblica e al monumento della Resistenza in località Piani. Qui si concluderanno le celebrazioni con gli interventi del sindaco di Rapolano Terme, Emiliano Spanu, e dei rappresentanti dell’Anpi. Alle 13, ‘pranzo della Resistenza’ (costo 15 euro) nel salone del Teatro del Popolo, con proiezione del video-documentario realizzato dall’Anpi di Rapolano Terme “I nostri 25 aprile: partigiani sempre”. Il programma del 25 aprile si concluderà, alle 16, con una merenda all’aria aperta con musica, divertimenti e animazione, in programma ancora nei giardini del monumento della Resistenza in località Piani.

 

Giornata densa di iniziative quella del 25 aprile, a Sarteano. Al mattino (ore 11) è prevista una celebrazione ufficiale in piazza XXIV giugno, alla presenza del sindaco Francesco Landi, delle autorità locali e di rappresentanti dell’Anpi. Poco dopo (intorno alle 11,30) si procede alla deposizione di una corona di alloro al monumento ai caduti. Chiude la cerimonia un concerto della Filarmonica di Sarteano. Quindi, si parte (alle ore 13) alla volta della riserva naturale di Pietraporciana, sempre nel Comune di Sarteano. Il rifugio, ora di proprietà pubblica e usato con finalità turistiche, un tempo era un casolare degli Origo, concesso come base logistica ai partigiani. In questo luogo panoramico e simbolico, carico di ricordi, si svolgeranno il pranzo e una festa organizzati dal coordinamento Anpi e da Legambiente della Val di Chiana.