Home Slide Show

Il 23 gennaio torna “La notte rossa delle Arci in Toscana”

La Notte Rossa delle Arci della Toscana torna sabato 23 gennaio, con una seconda edizione ancora più ricca, che vede impegnati più di 270 tra Case del Popolo, Associazioni, Società di Mutuo Soccorso e Circoli Arci toscani per altrettanti eventi. Concerti, teatro, cinema, presentazioni di libri, seminari, ballo, tombolate e tornei, animazione per i più piccoli e buona cucina.
“La prima edizione della Notte Rossa, quella dello scorso anno, è stata un successo, in termini di adesioni, con oltre 200 circoli, e di partecipazione agli eventi. È stata, quindi, anche uno stimolo per fare ancora meglio.” Così Gianluca Mengozzi, presidente di Arci Toscana alla presentazione alla stampa dell’iniziativa. “Quest’anno hanno aderito quasi 300 realtà associative – ha continuato Mengozzi – superando così ogni nostra previsione. È un dato che credo racconti bene il forte senso identitario di Arci e che ci fa ben sperare per il futuro dell’associazionismo in Toscana, capace di creare comunità, di mobilitare energie e farsi strumento per la crescita di tutti.
Con la Notte Rossa vogliamo evidenziare il valore dell’essere socio Arci, ovvero del condividere tempo, energie e idee per il bene comune”.
Nata nel gennaio 2015 con lo scopo di promuovere in un’unica grande festa il tesseramento dell’Associazione su tutto il territorio toscano, “la Notte Rossa – ha spiegato Stefano Carmassi, responsabile dello Sviluppo Associativo dell’Associazione – consente di dare visibilità all’interno di una stessa cornice all’immensa quantità di lavoro sociale e culturale, che quotidianamente nei circoli e nei comitati portiamo avanti: dalle campagne sul tema dei diritti e della solidarietà alla promozione della cultura giovanile, passando per le tradizionali attività ricreative. È un’occasione per valorizzare il lavoro di tutti i nostri volontari e collaboratori”.
Nella giornata – proprio il 23 gennaio – della manifestazione per sostenere l’uguaglianza del diritto per le persone Lgbt e per i loro figli, la Notte Rossa si tinge anche dei colori dell’arcobaleno: dalla proiezione del film documentario “Lei disse Sì” al Circolo Rec di Cecina a quella del Rocky Horror Picture Show all’Agorà di Pontedera, per arrivare allo spettacolo di Gianni Dettori, storico trasformista burlesco che si esibirà nella sede di Azione Gay e Lesbica a Firenze.
La Notte Rossa sarà anche una serata di cinema: dai grandi capolavori della storia del cinema come Profondo Rosso, proiettato – nella sua versione restaurata – allo scoccare della mezzanotte al cinema Metropolitan di Piombino, fino alle piccole produzioni locali come “Una storia toscana”, film corale realizzato dai soci della Casa del Popolo delle Palaie per raccontare la storia dei nostri territori e dei circoli Arci.
E ancora una vetrina per quei circoli e associazioni che della sostenibilità e del consumo critico hanno fatto i punti centrali della propria azione quotidiana come L’Ortaccio di Vicopisano; e poi iniziative in collaborazione con le Anpi locali e ispirate ai valori della Resistenza e tante iniziative dedicate alla scoperta dei progetti delle Arci della Toscana su inclusione sociale, solidarietà internazionale e antimafia sociale.
Soprattutto la Notte Rossa 2016 vuol essere l’occasione per valorizzare le migliori esperienze culturali che dalla Toscana nascono, e rinsaldare il legame con le realtà culturali giovanili che crescono nei nostri territori. Significativa, quindi, alla presentazione dell’evento, la presenza dello scrittore fiorentino Marco Vichi, tra i più amati romanzieri del noir italiano, e di Lorenzo Ugolini, poliedrico cantautore, polistrumentista e dj, dell’associazione La Scena Muta, una delle realtà musicali più apprezzate della scena fiorentina.
Il calendario degli eventi è in continua crescita, per scoprirli tutti e cercare quello più vicino, seguite la pagina Facebook di Arci Toscana e visitate il sito www.arcitoscana.org alla pagina dedicata.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad
Ad

Meteo

Meteo Siena