Prima pagina

I senesi non sono felici, come tutti gli italiani. Lo dice la classifica dell’Onu

Gli italiani non sono felici. Ed i senesi? Non si discostano dalla media nazionale secondo Jacopo Grisolaghi, psicoterapeuta che stamani nell’intervista su Antenna Radio Ese ha spiegato cos’è la felicità, partendo dai dati sulla felicità forniti dall’Onu ed espressi nella classifica dei 157 paesi del mondo. L’Italia è al cinquantesimo posto, prima è la Danimarca, ultimo il Burundi. “La felicità esiste perchè è una delle nostre emozioni di base, insieme alla paura, al dolore e alla rabbia. L’essere umano può essere felice ma questo è legato agli indicatori del benessere soggettivo sono fortemente correlati a due variabili principali, cioè lo stato di salute e le condizioni lavorative.  Lo stato di salute e le condizioni di lavoro condizionano e vanno ad aumentare o diminuire la felicità e la gioia. I dati della classifica dovrebbero far riflettere proprio considerando queste due variabili”. A Siena si è felici? “Sia dagli indicatori sociali che dagli indicatori soggettivi analizzati da un punto di vista psicologico, posso dire che non siamo particolarmente felici. Anche perchè poi le due variabili di cui si parlava prima vanno sì ad incidere sulla felicità e sul senso del benessere, che però poi a loro volta fanno da motore per assumere stili di vita sani e poter creare condizioni lavorative positive. E’ un circolo “vizioso”, diciamo, che però può diventare anche virtuoso”.