Gsk, Scaramelli e Bezzini chiedono un incontro all’azienda
27 Nov, 2015
scaramelli-bezzini

“La Glaxo Smith Kline (Gsk) chiarisca le sue intenzioni rispetto ai ventilati esuberi di personale”. Lo chiedono il presidente della commissione regionale Sanità e Politiche sociali Stefano Scaramelli (Pd) e il consigliere Simone Bezzini (Pd) che auspicano quanto prima un incontro con i vertici aziendali per capire di persona la situazione preoccupante che, secondo quanto riportano gli organi di stampa, si starebbe venendo a crede fra i lavoratori e la Gsk, l’azienda subentrata lo scorso anno a Novartis nelle attività di produzione di vaccini

“L’arrivo di Glaxo sul territorio senese – commentano Scaramelli e Bezzini- ha confermato la tendenza già consolidata della nostra provincia e di tutta la Regione in genere ad essere all’avanguardia nel campo dell’industria farmaceutica. Proprio per questo vogliamo chiarezza nei confronti dei lavoratori che contribuiscono a mantenere questa eccellenza senese e toscana. Ultimamente poi arrivano segnali contradditori: da una parte il management di Gsk ha annunciato progetti di investimento importanti, dall’altra apprendiamo oggi di problemi a livello di personale e di lavoro. Ci auguriamo che questi timori vengano presto sfatati e che l’azienda ci incontri il prima possibile”.