Giovedì alle 20,30 la Mens Sana al PalaEstra contro Pistoia
20 Set, 2018
Federico Campanella

Si avvicina la prima al PalaEstra per la ON Sharing Mens Sana Siena che giovedì 20 settembre alle ore 20,30 è attesa sul parquet di casa dalla settima amichevole precampionato. Dopo aver affrontato quattro squadre di serie A2 – Forlì, Cento, Rieti e Virtus Roma – i biancoverdi di coach Paolo Moretti attendono la Ori Ora Pistoia dell’ex allenatore mensanino Alessandro Ramagli, che disputerà il prossimo campionato di serie A. A presentare il match, che vedrà di nuovo in campo in canotta ON Sharing Carlos Morais dopo l’assenza per gli impegni con la nazionale dell’Angola nelle qualificazioni alla FIBA World Cup, è il vice allenatore biancoverde Federico Campanella.

Dopo quattro amichevoli con squadre di pari categoria si alza ancora l’asticella: la squadra come sta?

“La squadra sta bene dopo due giorni di riposo e a parte gli infortunati Cepic e Radonjic è rientrato in gruppo Morais che si è allenato regolarmente e ora dovrà ritrovare il feeling con i compagni. I due giorni di riposo concessi ai giocatori dopo la partita a Chiusi sono stati sicuramente proficui per il recupero fisico e mentale dopo una prova impegnativa come è stata quella con la Virtus”.

Contro Pistoia cosa servirà in più rispetto ai test disputati finora?

“Un po’ tutto perché avremo bisogno di più fisicità e più intensità: i possessi si giocheranno a un ritmo più alto e il tempo per pensare sarà ridotto. Dovremo essere bravi a riuscire nel competere contro una squadra di livello più alto e farci trovare pronti sotto tutti i punti di vista: fisico, tecnico ma anche mentale”.

Che squadra è la Ori Ora Pistoia? Che partita ti aspetti?

“Pistoia in questa stagione ha cambiato molto a partire dal coach e dalla maggior parte dei giocatori. Come noi hanno già affrontato diverse amichevoli con alti e bassi che caratterizzano questa fase della stagione ma in linea generale mi aspetto una partita di livello più alto: per quello che si è potuto vedere finora amano giocare a ritmo alto e con situazioni di campo aperto e contropiede. La nostra prima arma per limitarli sarà la transizione difensiva per non concedere soluzioni facili: Pistoia dovrà sudare ogni canestro. Comunque più che guardare alla OriOra guardiamo a noi stessi per migliorare quotidianamente ogni dettaglio del nostro gioco: anche se siamo insieme da un mese siamo sempre nella fase in cui ci stiamo conoscendo e non si può dare niente per scontato”

Prima partita al PalaEstra: la squadra “sente” questo appuntamento?

“Indubbiamente sarà molto carica, aspettavamo tutti di calcare il parquet del PalaEstra per giocare di fronte ai nostri tifosi e sarà uno stimolo e una motivazione in più a fare bene. Ognuno di noi, quando ha firmato con la Mens Sana Basket, non vedeva l’ora di giocare su questo campo davanti alla nostra gente”.