Giovane derubata a Siena, la sua borsa ritrovata con il cellulare all’interno
18 Gen, 2016
logo_are_6_trasp

E’ stata ritrovata dalla Polizia dentro ad un cassonetto una borsa rubata ad una giovane senese in un parcheggio.
Gli agenti sono intervenuti immediatamente quando, alle ore 12.45, è arrivata una chiamata al 113 con la quale una ragazza di 25 anni segnalava che le avevano sottratto la borsa con il telefono cellulare all’interno.
La giovane ha riferito alla Polizia che, mentre stava riponendo delle buste all’interno della propria autovettura, in sosta nel parcheggio vicino ad un noto centro commerciale di Siena, si è accorta che la borsa che aveva appoggiato sul cofano e lasciata incustodita per pochi secondi era sparita.
I poliziotti hanno verificato che il telefonino che aveva lasciato all’interno era dotato di un moderno dispositivo che ne consente la tracciatura, anche se con dei margini di precisione approssimativi.
Arrivati sul posto, hanno fatto salire la donna nell’auto di servizio e si sono portati nella zona indicata in viale Mazzini. Lì, nei pressi di un condominio hanno effettuato i primi accertamenti facendo contemporaneamente squillare il cellulare, nel tentativo di individuarlo.
In un primo momento, hanno fermato, identificato e controllato alcune persone, anche all’interno del palazzo, raccogliendo informazioni, con esito negativo.
Approfondendo il controllo, hanno riprovato con il software di tracciamento e, dato che la zona segnalata era sempre la stessa, hanno deciso di ispezionare tutti i cassonetti che si trovano lungo la via, su entrambi i lati della strada. Dopo pochi minuti, hanno infatti sentito, lo squillo di un telefono provenire da una campana della raccolta del vetro e della plastica.
Controllando accuratamente nel cassonetto, hanno così ritrovato la borsa con all’interno documenti, bancomat e altri effetti personali, nonché il telefono cellulare. La giovane ha subito riconosciuto la sua borsa e ha verificato che mancavano soltanto 20 euro. Contentissima del ritrovamento, ha quindi ringraziato la Polizia per l’efficienza dimostrata.